SOSTITUZIONE FINESTRE - COSA SCEGLIERE?

Vorrei ristrutturare la mia casa in montagna degli anni 70. Come da foto l'appartamento e' al momento dotato di doppie finestre e porte a vetro singolo. Mi conviene sostituirle con nuove finestre singole con doppi o tripli vetri? Che materiale conviene scegliere? La casa si trova a Livigno a oltre 1800 mt. In inverno il termometro va facilmente oltre -10. Devo anche mantenere l'aspetto originale con i listelli per non cambiare l'aspetto della facciata condominiale. Grazie mille!

SOSTITUZIONE FINESTRE - COSA SCEGLIERE?

Vorrei ristrutturare la mia casa in montagna degli anni 70. Come da foto l'appartamento e' al momento dotato di doppie finestre e porte a vetro singolo. Mi conviene sostituirle con nuove finestre singole con doppi o tripli vetri? Che materiale conviene scegliere? La casa si trova a Livigno a oltre 1800 mt. In inverno il termometro va facilmente oltre -10. Devo anche mantenere l'aspetto originale con i listelli per non cambiare l'aspetto della facciata condominiale. Grazie mille!

IMG_0899_204879
2 foto
Hai delle domande?
Chiedi alla community

9 Risposte

Ing Betti
Comit Srl (Segrate, Milano) Comit Srl - 7 anni fa

Buongiorno sono Ing Betti della società Com.It.s.r.l. ed ho letto la Sua domanda circa la ristrutturazione della casa a Livigno. Il problema del contenimento energetico non si puo' affrontare semplicemente scegliendo questo o quel tipo di infisso ma è necessario affrrontarlo tenendo conto dei risultati relativi al modello A.P.E. (attestazione di prestazione energetica) che adesso è obbligatorio per qualsiasi immobile. Tale report se sviluppato diligentemente con opportuno software consiglia anche le modifiche/migliorie da apportare all'intero immobile. Seguendo quindi queste linee è possibile (avendo le quantità di calore disperse e quelle potenzialmente raggiungibili con contenimento energetico) provvedere agli opportuni accorgimenti che possano fornire un reale miglioramento (in parole povere diminuire la quantità di calore che viene trasmessa dall'interno all'esterno della casa) e quindi anche per quanto riguarda le dispersioni relative agli infissi.

Rispondi
Giuseppe MARRA
Falegnameria Giuseppe Marra (San Giovanni in Fiore, Cosenza) Falegnameria Giuseppe Marra - 7 anni fa

Buon giorno

In risposta ai miei colleghi che consigliano infissi in PVC , hanno pensato alla condensa che provoca questo materiale nelle pareti , il mio consiglio e di montare comunque finestre in legno che garantisce una naturale traspirabilita con un buon vetro camera si arriva a una trasmittanza 1.1 .

Cordiali saluti

Falegnameria Giuseppe Marra

Rispondi
Andrea Berretta
Homecolors Srl (Calcinaia, Pisa) Homecolors Srl - 7 anni fa

Buonasera,

concordo con ciò che hanno scritto i colleghi ed anch'io mi sento di consoglarLe un infisso in pvc a 5-6 camere con buon profilo (Kommerling, Veka...) vetro stratificato 4/16/4ESG per attenesri alle nuove norme, dove la camere è in Argon così da avere un Ug=1.1 per un tot dell'infisso di Ug=1,2 ca. Concordo anche nella scelta della serità...e di una ottima posa magari certificata.

Cordiali saluti

Homecolors srl

Rispondi
Renato
Renato
Privato - 7 anni fa

Buongiorno,

come riportato dai colleghi, le congliamo un vetrocamera basso emissivo, 4/16/4 a gas Argon, Faccia attenzione che il vetro sia a norma UNI 7697.

Come telaio un profilato in pvc a 5 camere di buona marca ( es. Aluplas, Kommerling, , ecc. ) con 2 guarnizioni di tenuta, le è più che sufficente. Valuti bene eventuali proposte di infissi in pvc, pèerchè ad oggi ci sono molti prodotti scadenti che vengono spacciati per buoni, il rischio è di trovarsi con un infisso che dopo pochi anni ha dei seri problemi. Si affidi a ditte " serie ".

Cordiali saluti.

Ing Spada Mattia Ing Spada Mattia
Costruzioni Spada Giacomo (Bergamo, Bergamo) Costruzioni Spada Giacomo - 7 anni fa

Sinceramente noi preferiamo installare dei "doppi vetri fatti bene" piuttosto che dei "tripli vetri improvvisati". Mi spiego meglio: già i doppi vetri hanno prestazioni termiche molto più che buone, arrivando fino a trasmittanze del vetro attorno a 1 W/m2k (contro un 3/3.5 delle doppie finestre a vetro singolo); con i tripli vetri si può scendere a 0.6/0.7, per i migliori, mentre quelli "improvvisati" appunto hanno una trasmittanza del doppio vetro come quella indicata sopra (1 W/m2k), e prezzi sensibilmente più elevati; infine da non dimenticare l'aspetto acustico: se sceglie un doppio vetro con vetro stratificato esterno e vetro singolo interno (NON dimentichi il rivestimento bassoemissivo), le prestazioni acustiche migliorano sensibilmente; se si sceglie un triplo vetro stratificato, ad aumentare sensibilmente sono i costi...

Insomma, a nostro avviso, la differenza di prezzo rispetto alla differenza di prestazione, non risulta ammortizzabile in tempi brevi, e questo aspetto peggiora nel caso di seconde case

Rispondi
Simona Toschi
Simona Toschi
Privato - 7 anni fa

Buongiorno,

secondo la nuova normativa 7697/2014 è necessario sostituire le vetrate monolitiche con un vetro stratificato antiferita. Viste le necessità di risparmio energetico, consiglierei di installare dei vetri bassoemissivi 1.0 con gas argon interno.

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di ristrutturazione casa nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..