Un garage di mia proprietà può passare laicale di servizio?

...dopo il passaggio di tubi di acuqa e fognatura degli inquilini del piano sopra! I vicini hanno fatto mettere un tubo in più senza chiedere il permesso dicendo che non lo dovevano chiedere in quanto locale di servizio,ed io mi ritrovo con tutti i loro tubi nel garage di mia proprietà e non posso chiedere di toglierli oppure un affitto?i tubi vecchi passavano già in precedenza da li

Un garage di mia proprietà può passare laicale di servizio?

...dopo il passaggio di tubi di acuqa e fognatura degli inquilini del piano sopra! I vicini hanno fatto mettere un tubo in più senza chiedere il permesso dicendo che non lo dovevano chiedere in quanto locale di servizio,ed io mi ritrovo con tutti i loro tubi nel garage di mia proprietà e non posso chiedere di toglierli oppure un affitto?i tubi vecchi passavano già in precedenza da li

Hai delle domande?
Chiedi alla community

3 Risposte

MAURO SCARAMUZZA
Geom. Mauro (Ardea, Roma) Geom. Mauro - 4 anni fa

buona sera sig.ra Sara

le chiedo innanzi tutto di leggere o di far leggere il suo atto di proprietà ad un Legale esperto in Urbanistica se lei ha acquistato un immobile con servitù attive e passive, le passive sono appunto i passaggi di tubazioni di qualsiasi genere private o condominiali esistenti e comunque realizzate al momento della costruzione dell'edificio, ma non è detto che per tale motivo lei possa autorizzare se non vuole di nuovi passaggi di servizi privati o condominiali è previsto l'opposizione a tal proposito le ricordo che lei possiede comunque una proprietà ed è la sua e non del condominio e quindi a tal proposito lei può chiedere un indennizzo economico per l'autorizzazione a nuovi passaggi e non per i vecchi ( sempre se sul rogito Notarile non vi è specificato che la sua proprietà è subordinata a eventuali servitù attive e passive anche future) pertanto il condomino che ha esigenza può passare altrove a cura e a proprie spese ripristinando i luoghi condominiali del passaggio delle nuove condutture.

E comunque le consiglio un buon Legale specializzato in Urbanista.

Sicuro di essere stato di aiuto

colgo l'occasione di porgere i miei cordiali saluti.

Rispondi
Geom. Crescenzo Maisto

Signora Sara

A quanto capito Lei è proprietaria di un locale nel quale passavano già delle tubazioni a servizio dell'appartamento superiore probabilmente di altri condomini.

1) La Sua proprietà e gravata di servitù (Passaggio tubazioni);

Bisogno solo verificare se i lavori eseguite hanno aggravato la servitù esistente in pratica aumento dello spazio preesistente per il passaggio delle tubazioni in tal caso è aggravamento della servitù. Per accedere ai locali sicuramente Le devono chiedere il consenso ma non si può opporre sia per la manutenzione ordinaria e straordinaria ripristinando il tutto allo stato ante.

Rispondi
Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - 4 anni fa

Signora Sara, mi dispiace, ma voglio dirle subito che ritengo lei si ritrovi in questa situazione per un motivo preciso: perché la sta gestendo da sola, purtroppo.

Infatti, questi argomenti sono disciplinati da legge. Per dipanarli, o studia lei personalmente la normativa ed i casi specifici, o si rivolge ad un tecnico con competenza anche legali (come il sottoscritto), o si rivolge ad un avvocato con competenze anche tecniche.

Per esser precisi:

- è giusto che in un garage passino condotte condominiali, se così era previsto in progetto, se era già così nella prima costruzione, o se vi fosse stato un accordo tra i precedenti proprietari degli immobili coinvolti. In questi casi sopra elencati, è giusto, che lei si ritrovi in garage delle condotte condominiali. Preciso che sono condominiali anche tutte le condotte di scarico degli appartamenti.

- non è giusto che terzi (i suoi vicini), facciano modifiche agli impianti e creino nuove servitù alla sua proprietà, se non vi fosse a monte un accordo in tal senso o una delibera di assemblea di condominio. In questo caso, può valutare azione legale in difesa dei suoi diritti, se i vicini non demolissero quanto realizzato. Nulla valgono le considerazioni circa "locale di servizio" o meno. Non sta ai vicini fare queste valutazioni sulla proprietà altrui, nè tali valutazioni sono utili a costituire un diritto per i vicini.

Però, purtroppo, l'ordinamento italiano tutela più il possesso, che la proprietà. In pratica:

1) se i suo vicini hanno compiuto tali opere da meno di un anno, vada subito da un legale o da un tecnico con competenze legali, è in tempo per una soluzione breve a questa ingiustizia che sta subendo.

2) Se fosse già trascorso un anno dalla realizzazione delle opere, si rivolga comunque ad un legale o un tecnico con competenze legali. La causa sarà più lunga, ma avrà comunque riconosciuto il suo diritto.

Ci dica da quanto tempo è stata realizzata la nuova condotta di scarico.

Cordiali saluti

Rispondi
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di geometri nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..