allargare casa

Buon pomeriggio abbiamo fatto richiesta al comune per allargare casa!La prima volta è stata respinta perché confinante troppo vicino al canale del consorzio di bonifica!Poi L ingegnere ci ha rifatto il progetto ed abbiamo inviato domanda al comune!il nostro ingegnere ci ha detto che il progetto è stato approvato ma oggi è arrivata questa "carta" dal comune!Vorrei sapere cosa significa in parole semplici!Grazie mille

allargare casa

Buon pomeriggio abbiamo fatto richiesta al comune per allargare casa!La prima volta è stata respinta perché confinante troppo vicino al canale del consorzio di bonifica!Poi L ingegnere ci ha rifatto il progetto ed abbiamo inviato domanda al comune!il nostro ingegnere ci ha detto che il progetto è stato approvato ma oggi è arrivata questa "carta" dal comune!Vorrei sapere cosa significa in parole semplici!Grazie mille

Hai delle domande?
Chiedi alla community

10 Risposte

Risposte utili 2
SANI+partners
Francesco Sani Architetto (Fucecchio, Firenze) Francesco Sani Architetto - 4 anni fa

Confermo anche io che il problema sta nella non cornformità del progetto presentato dal vostro ingegnere. Consiglio quindi di contattare l'ufficio comunale per discutere direttamente delle modifiche da effettuare al progetto per renderlo "accettabile".

Rispondi
Matteo Vecchio
Arch. Vecchio Verderame (Novara, Novara) Arch. Vecchio Verderame - 4 anni fa

Buongiorno, la risposta è semplicissima. Il progetto presentato dal Vs ingegnere non soddisfa le richieste urbanistiche e quindi non può essere accettato.

A questo punto il tecnico deve andare in Comune, chiedere chiarimenti più dettagliati e trovare le soluzioni.

Disponibile per altri chiarimenti.

Saluti

Rispondi
Alessandro Mundo
arch. Alessandro Mundo (Roma, Roma) arch. Alessandro Mundo - 4 anni fa

Salve, aggiungo solo, a chiarimento dei dubbi della signora, che la SCIA è quello che lei chiama richiesta. Non è un allegato. Se dicono di ripresentare la SCIA, essa non è un dettaglio, ma l'oggetto stesso della domanda. Quindi entrambe le risposte dei miei colleghi sono giustissime: da una parte l'ingegnere deve applicarsi o confrontarsi di più con l'ente preposto all'accoglimento della domanda e dall'altra ogni contesto ha le sue particolarità e prescrizioni normative. Non basta consegnare una domanda per ritenere che sia "passata".

Rispondi
Giuseppe Porretti
ARUproject (Milano, Milano) ARUproject - 4 anni fa

Buongiorno - evitando polemiche mi domando come Metrico abbia tutte le risposte in mano! Un "professionista serio" verifica cosa dice la normativa citata nella lettera di risposta. Leggo trattasi di uno dei primi articoli di un R.E.C. (regolamento edilizio comunale). Sarebbe interessante, per non risultare saccente, conoscere il Comune. Di solito i primi articoli trattano sul "come", con quale pratica cioè, presentare i progetti. I parametri urbanistici invece sono trattati nelle NTA (norme tecniche di Attuazione) o nei documenti del Piano delle Regole. Per quel che è dato capire (bisogna leggere l'articolo del Regolamento citato, da professionista serio) il suo ingegnere potrebbe aver ragione, cioè il tecnico non ritiene congrua l'utilizzo della DIA in loco della SCIA in ragione di quello che intende realizzare.

Rispondi
Daniele
Metrico (Torino, Torino) Metrico - 4 anni fa

Salve Jessica,

proverò a ipersemplificare, la SCIA (segnalazione certificata inizio attività) e la DIA (dichiarazione inizio attività) sono di fatto la stessa cosa con diverse differenze che potrei approfondire ma non basterebbe un post.

Dire che "dovevo allegare solo la SCIA" è come dire: "dovevo fare un viaggio, l'ho programmato (progetto), ne percorso un bel pezzo in contromano (mi hanno rifiutato la DIA) e ora devo solo ripartire da capo".

Diverso è pianificare professionalmente un viaggio in base al traffico, strade chiuse, tipo del veicolo, durata del viaggio, eventuali tappe, soste, meteo, costi ecc.

Questo è ciò che è chiamato a fare un professionista serio, preparato e ben pagato.

Nel nostro caso è evidente che si è presa l'auto e si è partiti senza un'opportuna programmazione, se lo stesso approccio verrà utilizzato dal professionista durante i lavori (e magari anche l'impresa non sarà d'aiuto) le lascio immaginare il resto.

Spero di essere stato chiaro, se poi necessita di ulteriori info non esiti a contattarci.

Saluti,

Il team di Metrico.

Rispondi
Daniele
Metrico (Torino, Torino) Metrico - 4 anni fa

Salve Jessica,

aggiungo che in questo caso si parla di "diniego" della pratica e non di richiesta di integrazione documenti.

Intendo dire che per un professionista delegato alla redazione di un progetto e relativa richiesta dei permessi significa aver sbagliato completamente la pratica o il progetto e quindi la sua pianificazione, quindi aver perso parecchi punti.

Non rispondo personalmente ad alcun codice etico in quanto non facente parte quindi mi permetto di consigliare di cambiare professionista, vista a mio avviso la gravità dell'accaduto.

Se poi gli è già stata corrisposta la parcella è ancora più grave perchè dovrebbe restituire una buona parte del pagato in quando di fatto il suo operato non ha portato ad alcun risultato.

Direi che è sufficiente così.

Buona giornata.

Il team di Metrico.

Rispondi
Jessica
Privato - 4 anni fa

GraZie mille X la risposta!Essendo ignorante in questo campo mi pongo diverse domande!L ingegnere a noi ha detto k il progetto è valido ma deve solo allegare la SCIA è vero?

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di geometri nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..