E' corretto questo schema centralino impianto elettrico?

Signori buongiorno,

per cortesia, mi potete verificare se lo schema allegato del mio costruendo Centralino domestico è corretto (riferito ad impianto su villetta a 3 livelli, con 10 circuiti, il più lungo dei quali, quello del condizionatore al 1P, è 23m)? in particolare è giusto l'uso del Diff. puro da 32A per Piano Terra (con Cucina ove ho Lavastoviglie, Bagnoasciuga e Frigo). Per i condizionatori (9000 btu) è forse meglio un Diff. da 32A ? o forse sto esagerando e basta un solo Diff puro da 40A in luogo dei 4 differenziali ivi descritti? è corretto il calcolo della Corrente Nominale Ine Inu ed Inq ? siete d'accordo sulll'uso del solo Interr Gen con potere d'interruzione di 6kA subito dopo il contatore (di quelli nuovi in digitale) ed a monte degli altri interruttori tutti a 4,5 kA ?

Grazie per l'attenzione. Saluti da Giuseppe

Emanuele
Emanuele ha fatto una domanda su
Elettricisti
6 anni fa

E' corretto questo schema centralino impianto elettrico?

Signori buongiorno,

per cortesia, mi potete verificare se lo schema allegato del mio costruendo Centralino domestico è corretto (riferito ad impianto su villetta a 3 livelli, con 10 circuiti, il più lungo dei quali, quello del condizionatore al 1P, è 23m)? in particolare è giusto l'uso del Diff. puro da 32A per Piano Terra (con Cucina ove ho Lavastoviglie, Bagnoasciuga e Frigo). Per i condizionatori (9000 btu) è forse meglio un Diff. da 32A ? o forse sto esagerando e basta un solo Diff puro da 40A in luogo dei 4 differenziali ivi descritti? è corretto il calcolo della Corrente Nominale Ine Inu ed Inq ? siete d'accordo sulll'uso del solo Interr Gen con potere d'interruzione di 6kA subito dopo il contatore (di quelli nuovi in digitale) ed a monte degli altri interruttori tutti a 4,5 kA ?

Grazie per l'attenzione. Saluti da Giuseppe

Hai delle domande?
Chiedi alla community

3 Risposte

Ing. Antonello Serra
Ing. Antonello Serra
Ing. Antonello Serra ha rsposto... Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - 6 anni fa

Buongiorno signor Marchetta,

ho visto lo schema che ha riportato.

La domanda che lei fa, ritengo debba avere una risposta più ampia:

1) Gli impianti devono essere progettati da tecnici abilitati. La progettazione è necessaria per gli impianti elettrici in alcuni casi, sui quali non mi dilungo. Sono informazioni facilmente reperibili su web.

2) Il lavoro di progettazione del tecnico è frutto della preparazione e della sensibilità personale. Questo vuol dire che per fare un impianto elettrico per esempio, non vi mai un solo modo.

3) Questo schema che lei ci riporta è apparentemente valido. Uso con volontà questa forma verbale, perché la sezione dei cavi che vengono utilizzati nell'impianto deriva direttamente dal calcolo delle potenze assorbite nell'immobile. Quindi è impossibile dire che siano buone le sezioni se non sappiamo esattamente come deve essere utilizzato l'immobile, o, detto in parole povere: che cosa ci deve attaccare a quell'impianto. E' un locale commerciale? E' una cucina di ristorante? E' una casa? Chiaramente, saranno necessari cavi di sezioni diverse, a seconda dell'assorbimento di corrente che avrò nei diversi ambienti. Quello nell'immagine potrebbe essere uno schema valido per tanti appartamenti sui 60 mq circa.

4) In ogni caso, me lo lasci dire, se lei pone queste domande in questa sezione del portale habitissimo, c'è qualcosa che non funziona, o meglio: lei non è in una buona situazione. Come mai chiede a noi? Il tecnico che le ha fornito questo schema è sicuramente preparato e scrupoloso. Prima di chiedere a terzi, deve chiedere un parere scritto al progettista/direttore dei lavori. Non ci venga a dire che non esiste.

5) La progettazione di impianti elettrici nelle residenze è comunque da tempo, NON più esclusivamente una questione di sezione dei cavi. Ossia: le norme tecniche attuali prevedono anche e SOPRATTUTTO un livello di servizio (sono 3) e ciascuno di questi indica il numero di punti presa in ciascun ambiente. Un esempio per tutti: lei si potrà rendere conto se il suo impianto viene realizzato come da norme tecniche vigenti, se, avendo un angolo cottura ha almeno una presa sul piano di lavoro o, avendo invece una cucina (ossia ambiente "cucina") ha almeno due prese sul piano di lavoro. Se così non fosse, il tecnico progettista (ingegnere, architetto o altro) che le ha fatto il progetto, non è competente nel campo. Se non ha un tecnico progettista e sta facendo fare queste scelte all'elettricista, ha proprio sbagliato tutto. Se anche il tecnico installatore le rilasciasse poi il certificato di conformità dell'impianto installato, questo sarebbe falso. Ossia conformità a cosa? Alle norme vigenti. Quali? Assolutamente la CEI 64-8. L'ultima revisione è del giugno 2017.

Insomma: devo darle purtroppo una brutta notizia:

La progettazione degli impianti elettrici non è nè semplice, nè di facile riscontro. Per gli appartamenti sopra i 75 mq, soprattutto, a mio avviso, va sempre fatta eseguire dal tecnico che fa il progetto architettonico, perché per come è scritta al norma CEI, ormai le due cose sono NON scindibili. Ossia, detto in altri termini:

con il passare del tempo è cambiato il modo stesso di progettare, anche gli impianti. Nei decenni scorsi, ci siamo abituati ad una progettazione di tipo "prescrittivo", ossia nel quale per sapere se un progetto fosse ben fatto, bastava controllare lo spessore dei cavi o altre caratteristiche frutto del dimensionamento.

Oggi, invece, il tipo di progettazione, deve essere "Prestazionale", ossia vi devono essere delle capacità minime, delle prestazioni minime, non derogabili. Quindi, il progetto dell'impianto è frutto assolutamente della dimensione dell'immobile e, soprattutto, del livello di servizio che il committente richiede, come ad esempio: pompe di calore, numero e tipologia punti luminosi, dimensione cucina, presenza di altri componenti a grosso consumo elettrico ecc.

In sintesi: o si mette lei stesso a leggere sull'argomento (ci vorrà un pò), o si rivolge ad un tecnico che abbia una preparazione specifica in questo campo e nelle ristrutturazioni (e nuove costruzioni).

Emanuele ha rsposto... Privato - 6 anni fa

Per vedere meglio lo schema è molto semplice: vai sullo schema clicchi il tasto mouse di dx, e dalla tendina selezioni "salva con nome",,,lo salvi sul tuo desktop, e da li lo apri con qualsiasi programma per visualizzazione di foto, che ti consentirà d'ingrandire lo schema quanto vuoi...Grazie. Distinti Saluti Giuseppe

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Aggiungi foto
Richiedi preventivi di elettricisti nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..