Perizia statica della casa e obblighi del sindaco

Buongiorno, ho abitato per alcuni anni il mio appartamento, in un edificio di 3 appartamenti, in Arco TN, ora vista la vetustà della casa (tetto compreso) ed in seguito al distacco di un paio di mq di intonaco del soffitto, per motivi di sicurezza mi sono trasferito a casa di mia figlia, ho commissionato a mie spese una perizia statica ad uno studio di ingegneria e come presumevo si conferma la mancanza dei requisiti minimi di staticità dell'immobile (di circa 100 anni e senza un muro maestro). Le travi in legno appoggiano su esili tramezze da 10 cm intonaco compreso. Ho depositato all'ufficio tecnico del comune la perizia. Quali sono ora gli obblighi del sindaco nei confronti della casa? A fronte di questa perizia deve revocare l'abitabilità dell'immobile? Quali altre responsabilità ha il primo cittadino? Ho fatto chiudere luce e gas nel mio app.to, ed il mio desiderio sarebbe quello di ristrutturare l'intero immobile in quanto non è possibile un intervento parziale solo nel mio app.to. Grazie

Perizia statica della casa e obblighi del sindaco

Buongiorno, ho abitato per alcuni anni il mio appartamento, in un edificio di 3 appartamenti, in Arco TN, ora vista la vetustà della casa (tetto compreso) ed in seguito al distacco di un paio di mq di intonaco del soffitto, per motivi di sicurezza mi sono trasferito a casa di mia figlia, ho commissionato a mie spese una perizia statica ad uno studio di ingegneria e come presumevo si conferma la mancanza dei requisiti minimi di staticità dell'immobile (di circa 100 anni e senza un muro maestro). Le travi in legno appoggiano su esili tramezze da 10 cm intonaco compreso. Ho depositato all'ufficio tecnico del comune la perizia. Quali sono ora gli obblighi del sindaco nei confronti della casa? A fronte di questa perizia deve revocare l'abitabilità dell'immobile? Quali altre responsabilità ha il primo cittadino? Ho fatto chiudere luce e gas nel mio app.to, ed il mio desiderio sarebbe quello di ristrutturare l'intero immobile in quanto non è possibile un intervento parziale solo nel mio app.to. Grazie

Hai delle domande?
Chiedi alla community

3 Risposte

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - 3 anni fa

Buongiorno,

ho valutato con maggiore precisione questo argomento.

Sta ai Vigili del Fuoco, a seguito del sopralluogo, verificare le condizioni ed eventualmente dichiarare inagibile l'immobile.

La sola perizia di un tecnico, per quanto competente, non ha il peso che ha un verbale dei Vigili del Fuoco.

Con la dichiarazione di inagibilità dei Vigili del Fuoco, il sindaco non potrà far altro che prenderne atto.

In alternativa, ritengo che l'ufficio tecnico una volta presa visione della perizia dell'ingegnere, potrebbe prendere in esame la cosa. Ma non mi è mai capitato di vedere un provvedimento da parte del Comune, per togliere l'agibilità prima posseduta.

Rispondi
Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - 3 anni fa

Buongiorno,

ho letto quanto scritto da lei.

Ho capito che la perizia in sintesi le indicasse di fare con urgenza dei lavori di consolidamento statico.

Non ho però capito perché mai sia poi andato a depositare quella perizia in Comune. Perché? Rischia un sopralluogo dei Vigili del Fuoco ed ordinanza del Sindaco, per lo sgombero dell'intero immobile.

Non poteva semplicemente parlare con gli altri condomini e dare incarico come condominio ad uno studio di ingegneria per farvi un programma del da farsi?

Non capisco perché sia andato a depositare in Comune.

Rispondendo alla sua domanda, circa responsabilità del Sindaco, ... dipende da come siano organizzati da voi.

Se avete l'ufficio o il Servizio di Protezione Civile, questi si occuperanno di valutare la Perizia ed agiranno di conseguenza.

Se non lo avete, presumo inoltrino al locale comando dei Vigili del Fuoco, i quali faranno un sopralluogo ed in seguito manderanno il loro verbale in Comune.

Ma l'esito è comunque scontato, essendovi una perizia di un ingegnere, negativa: ordinanza sindacale di sgombero. Secondo me.

Ve la sareste potuta evitare, gestendo in modo privato la stessa situazione. Infatti l'ordinanza in sintesi vi dirà: "per adesso andate altrove. E comunque occupatevi dell'immobile, almeno per non procurare pregiudizio (pericolo) sulla pubblica via".

Avreste potuto farlo direttamente in autonomia, seguendo indicazioni dello studio tecnico cui ha affidato la perizia.

Ci faccia sapere come si evolve la cosa. Magari inserisca qualche fotografia.

Rispondi
Borchiellini Geom Elisa
Borchiellini Geom Elisa (Ascoli Piceno, Ascoli Piceno) Borchiellini Geom Elisa - 3 anni fa

Buongiorno Sig. Luciano,

prima di tutto dovrebbe specificare la proprietà dell'appartamento.

Il proprietario è responsabile del bene immobile a livello civile e penale, ed ha il dovere di mantenerlo in buone condizioni. L'articolo 677 del codice penale "Omissione di lavori in edifici o costruzioni che minacciano rovina" prevede sanzioni pecuniarie e perfino l'arresto se lo stato di carenza del bene comporta pericoli per le persone.

Il primo cittadino, titolare di poteri in materia di ordinanze contingibili ed urgenti ha la facoltà di emanare un provvedimento che indichi misure idonee a rimediare alla situazione.

Se l'unità strutturale dove intervenire è composta da più abitazioni con diversi proprietari, tutti devono provvedere a favorire il ripristino delle condizioni di sicurezza dell'immobile.

Spero di esserle stata utile. Saluti.

Rispondi
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di ingegneri nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..