Come cambiare il piano regolatore in comune?

Prossimo all'acquisto di un terreno edificabile, questo ha un vincolo di costruzione che potrebbe essere tolto cambiando il piano regolatore in comune... il vicino è disposto...qualcuno quale è l'iter,ma soprattutto i COSTI...

Grazie

Come cambiare il piano regolatore in comune?

Prossimo all'acquisto di un terreno edificabile, questo ha un vincolo di costruzione che potrebbe essere tolto cambiando il piano regolatore in comune... il vicino è disposto...qualcuno quale è l'iter,ma soprattutto i COSTI...

Grazie

Hai delle domande?
Chiedi alla community

4 Risposte

Risposte utili 1
Ing. Valeria Ciarmiello

Buon Giorno Sig. Gabriele Cinaglia

Le ricapitolo velocemente la questione.

Il Piano regolatore ha valenza a tempo indeterminato!!!!,

Per cambiarlo occorre che si siano superati dei limiti dimensionali.

“ - La scelta delle destinazioni urbanistiche - “ viene effettuata dalla giunta comunale/consiglio, questo sceglie quando è come cambiare uno strumento di pianificazione.

Il numero delle persone che devono avallare la scelta in giunta/consiglio cambia a seconda della località e degli abitanti, qui a Caserta partiamo da un numero minimo di 20 persone.

Ho scritto “ - La scelta delle destinazioni urbanistiche - “ virgolettato, perché siamo in Italia, in un paese normale i politici non scelgono e non stabiliscono una destinazione urbanistica, ovvero se un terreno deve essere classificato con destinazione edificabile o meno.

I politici danno solo un indirizzo, nel senso vorrei che l'area di espansione del nuovo abitato si trovi a NORD, a SUD ecc, non indicano in modo lenticolare il terreno di X deve essere così, il terreno di Y colà ecc..

Chi effettuerà la scelta di imprimere una destinazione urbanistica di tipo edificatorio o meno è solo il tecnico redattore del piano regolatore, il quale nel rispetto di norme e parametri dimensionali e sotto le indicazioni dei politici ( area edificabile NORD, ad EST ecc, area verde a sud e ecc.) , stabilisce le nuove zone edificabili ecc...

Per spiegarle sommariamente nel dettaglio come si esegue una pianificazione urbanistica, mi occorrono da vicino 30 minuti per iscritto 20 pagine, ma il presente portale non lo permette, il numero di caratteri che posso scrivere sono limitati.

Se mi da ulteriori informazioni, ovvero:

A) Attuale destinazione urbanistica del terreno.

B) Copia del PRG vigente. + Norme tecniche di attuazione + Regolamento edilizio

C) Indicazione del comune dove si trova il bene.

Potrò essere più preciso, e darle un buon consiglio.

Diffidi da chi le promette cambi di destinazione urbanistici, perché le ipotesi sono solo 3:

1 - Vi arrestano

2 - è una procedura prevista dalla pianificazione urbanistica e quindi del tutto legale.

3 – è una procedura prevista da leggi regionali e/o provinciali e quindi del tutto legittime.

Sara Pizzo
Studio Tecnico 1881 (Boves, Cuneo) Studio Tecnico 1881 - un mese fa

Buongiorno Sig. Cinaglia,

lei scrive che il terreno è già edificabile per cui non è chiaro quale tipo di vincola sia presente e con quale restrizione sul suo terreno. In generale il regime vincolistico presente sul PRG è dettato o da leggi di ordine superiore (regioanali o nazionali) oppure deriva da studi effettuati per la zonizzazione del PRG (ad esempio studi idraulici e geologicici) oppure da vincoli imposti in fase di rilascio dei permessi (ad esempio vincolo ventannale per abitazioni agricole).

In ogni caso è un'ottima idea recarsi in Comune ed appurare la destinzione del terreno e la tipologia dei vincoli che vi insitosno però le consiglio caldamente di farsi aiutare da un tecnico perchè la materia è ostica per in non addetti ai lavori.

Se necessità di una consulenza specifica sul tema mi contatti in privato tranquillamente.

Cordiali saluti

Arch. Sara Pizzo

Studio 1881

Gabriele Cinaglia
Privato - un mese fa

Salve e grazie per la risposta...

Mi rendo conto di non aver specificato il vincolo del terreno di cui vi ho parlato...il lotto confina con un altro lotto sempre edificabile,e chi costruisce deve farlo attaccato all'altro perché in realtà la costruzione deve essere due villette a schiera...ora siccome oggi a nessuno piace avere un vicino attaccato,ci sarebbe la possibilità di cambiare il PRG e ognuno si sposterebbe al centro del proprio terreno, lasciando minimo 5 MT per lato...non so se ho reso l'idea... questo è fattibile in accordo tra i due proprietari,me lo hanno già detto in Comune...la mia domanda è solo sapere i costi di tale operazione e se l'iter è lunghissimo, cioè all'italiana...

Grazie

Gabriele Cinaglia
Privato - un mese fa

Essendo ignorante in materia, leggere la sua risposta mi dice tutto e niente... naturalmente la ringrazio infinitamente per il tempo che mi ha dedicato...mi resta da correre in comune e in base alla sua risposta affrontare la questione con l'ingegnere incaricato...

Grazie ancora,per il momento...

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di ingegneri nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..