Crepa e macchia sul soffitto: come risolvere?

Buongiorno. Ho acquistato un appartamento al secondo di tre piani. Dopo aver tolto il perlinato abbiamo scoperto una bella crepa che andava in diagonale da parete a parete. La ditta della ristrutturazione l'ha più volte chiusa, l'ultima volta applicando una rete, ma continua ad aprirsi e chiudersi, quasi seguisse le temperature (adesso che fa caldo è aperta). Oggi ho pure scoperto una macchia in concomitanza con l'intersezione della crepa con il muro esterno dell'edificio.

Ho appena contattato l'amministratore ed aspetto sue notizie. A suo tempo avevano mandato un ingegnere che però non ha potuto dire molto in quanto la crepa quasi non si vedeva. Qualcuno che mi dia qualche dritta? Grazie mille in anticipo.

Nickthenightfly
Nickthenightfly ha fatto una domanda su
Ingegneri
6 giorni fa

Crepa e macchia sul soffitto: come risolvere?

Buongiorno. Ho acquistato un appartamento al secondo di tre piani. Dopo aver tolto il perlinato abbiamo scoperto una bella crepa che andava in diagonale da parete a parete. La ditta della ristrutturazione l'ha più volte chiusa, l'ultima volta applicando una rete, ma continua ad aprirsi e chiudersi, quasi seguisse le temperature (adesso che fa caldo è aperta). Oggi ho pure scoperto una macchia in concomitanza con l'intersezione della crepa con il muro esterno dell'edificio.

Ho appena contattato l'amministratore ed aspetto sue notizie. A suo tempo avevano mandato un ingegnere che però non ha potuto dire molto in quanto la crepa quasi non si vedeva. Qualcuno che mi dia qualche dritta? Grazie mille in anticipo.

6 foto
Hai delle domande?
Chiedi alla community

2 Risposte

Ing. Antonello Serra
Ing. Antonello Serra
Ing. Antonello Serra ha rsposto... Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - 4 giorni fa

Buongiorno, ho visto le foto e devo dire subito che il problema è palesemente strutturale. Sul tema va precisato:

- va prima di tutto capito quale sia il movimento e quale la causa, quindi devono essere compiuti rilievi sia al piano terra che al piano secondo, alla ricerca di segni analoghi in zone compatibili con quel movimento.

- preso atto del movimento della struttura, è molto probabile che vi sia una crepa ancora più ampia nel pavimento del piano secondo (o almeno mattonelle staccate da fondo) e soprattutto nel soffitto del piano secondo.

- in ogni caso, la rete posta dagli operai è una sola rete porta intonaco e non ha neanche lontanamente la forza per contrastare il movimento di quella parte di solaio.

- è molto probabile che il movimento sia causato da un "cedimento differenziale della fonazione", in questo caso pare una rototraslazione del pilastro d'angolo e della parte di edificio soprastante, quindi l'intervento probabile sarà un consolidamento del terreno e della struttura, poi si dovrà lavorare sull'edificio.

Tenete conto che in genere questi movimenti vanno affrontati nel minor tempo possibile, perché hanno due caratteristiche nocive:

- creano fessure dalle quali vi è ingresso d'aria ed acqua, con innesco del degrado dei ferri di armatura, il che causa rigonfiamento del ferro e crea danni prima assenti.

- con il passare del tempo, vengono interessate zone della struttura prima sane, con innesco di ulteriori degradi, dovuti principalmente all'ingresso dell'acqua.

In sintesi: vi suggerisco di agire subito, con incarico ad un tecnico ed inizio dei rilievi, per completare l'intervento entro ottobre, se possibile, prima dell'inizio delle eventuali piogge.

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Aggiungi foto
Richiedi preventivi di ingegneri nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..