Un amministratore può rifiutarsi di chiudere l'acqua dell'impianto termico prima che vengano accesi i termosifoni?

Vorrei togliere i radiatori per lavori di restauro dell'immobile e per il potenziamento e il loro riposizionamento.

Un amministratore può rifiutarsi di chiudere l'acqua dell'impianto termico prima che vengano accesi i termosifoni?

Vorrei togliere i radiatori per lavori di restauro dell'immobile e per il potenziamento e il loro riposizionamento.

Hai delle domande?
Chiedi alla community

1 Risposte

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - un mese fa

Buongiorno,

a mio avviso l'amministratore sta agendo nel modo migliore. Infatti la chiusura dell'acqua del circuito caldaia potrebbe implicare poi molto lavoro di tecnico specializzato per poter riavviare la caldaia, e se l'impianto non fosse sezionato subito a valle della caldaia o sui singoli piani, potrebbe significare anche lavori su tutti i termosifoni, nelle varie abitazioni.

Se così fosse, ossia se l'impianto non avesse sezionamenti, allora se io fossi l'amministratore, farei dapprima fare un preventivo ad una ditta specializzata, ed in seguito le chiederei di versare a titolo di caparra l'intera somma preventivata dalla ditta, prima di darle l'ok.

Questo perché in pratica il suo interesse particolare rischia di compromettere il funzionamento di tutto l'impianto condominiale, con costi ai carico poi di tutto il condominio.

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di architetti nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..