È necessaria la cila?

È necessario aprire una cila per la ristrutturazione dell'appartamento, visto che non andrei a modificare l'assetto catastale, per beneficiare della detrazione del 50%?

È necessaria la cila?

È necessario aprire una cila per la ristrutturazione dell'appartamento, visto che non andrei a modificare l'assetto catastale, per beneficiare della detrazione del 50%?

Hai delle domande?
Chiedi alla community

2 Risposte

Risposte utili 1
Arch. Antonella Ciavardini
A+A Architects (Latina, Latina) A+A Architects - 24 giorni fa

Buongiorno la CILA è una pratica edilizia che va fatta se si effettuano lavori che portano a modifiche alle partizioni interne dell'immobile, se ci sono modifiche nei tramezzi con demolizioni e ricostruzioni, spostate porte interne, insomma interventi che portano a modifiche della distribuzione interna dell'immobile. Se l'intervento riguarda la semplice sostituzione delle finiture è una manutenzione ordinaria che non ricade in una CILA. Per capire quali interventi sono detraibili come lavori di ristrutturazione le consiglio di affidarsi ad un tecnico per capire meglio nel suo caso specifico di che tipo di lavoro si tratta ed intanto di consultare il sito dell'Agenzia delle Entrate dove troverà una guida sulle ristrutturazioni edilizie dove vengono ben espressi gli interventi che ricadono nei bonus per le ristrutturazioni.

Francesco Lovecchio
Geom. Francesco Lovecchio (Moncalieri, Torino) Geom. Francesco Lovecchio - 21 giorni fa

Buonasera Signora,

le detrazioni fiscali possono essere richieste per i lavori sulle unità immobiliari residenziali e sugli edifici residenziali, elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia). In particolare, si tratta degli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

Se per "ristrutturazione" lei intende il rifacimento di pavimenti, porte interne, tinteggiature, senza la modifica della distribuzione degli spazi interni (es. spostamento di muri e/o porte interne), queste opere possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo, poichè rientranti in attività edilizia libera e pertanto rientrano in manutenzione ordinaria, per la quale non è prevista la detrazione fiscale.

Se, invece, nella sua idea di "ristrutturazione" intende spostare muri e/o porte, quindi modificare l'assetto distributivo del suo immobile, è necessaria la pratica CILA e sarà anche necessaria la variazione catastale. In tal modo potrà usufruire delle detrazioni fiscali.

Rimango a sua disposizione per eventuali chiarimenti.

Geom. Francesco Lovecchio

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di ristrutturazione casa nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..