Riscaldamento a termosifoni o a pavimento?

ciao, Dobbiamo ristrutturare la casa che abbiamo acquistato e siamo alle prese con preventivi. Il nostro idraulico di fiducia ci ha suggerito di fare un sistema di riscaldamento a pavimento visto che dobbiamo sostituire il pavimento. Mi ha spiegato i vantaggi rispetto a uno tradizionale ma il nostro dubbio è se si rompe qualcosa devo rimuovere buona parte del pavimento? Che esperienze avete chi ne ha uno in casa? grazie.

Riscaldamento a termosifoni o a pavimento?

ciao, Dobbiamo ristrutturare la casa che abbiamo acquistato e siamo alle prese con preventivi. Il nostro idraulico di fiducia ci ha suggerito di fare un sistema di riscaldamento a pavimento visto che dobbiamo sostituire il pavimento. Mi ha spiegato i vantaggi rispetto a uno tradizionale ma il nostro dubbio è se si rompe qualcosa devo rimuovere buona parte del pavimento? Che esperienze avete chi ne ha uno in casa? grazie.

Hai delle domande?
Chiedi alla community

7 Risposte

Giuseppe
Privato - un anno fa

Gent.mi grazie per i vostri suggerimenti ma credo che andremo su un tradizionale impianto a radiatori: è preferibile rompere un muro per poi riparlaro piuttosto che il pavimento che richiede di recuperare se non avanzasse mattoni del pavimento..

Grazie.

Arch. Carmine Cinquegrana
Studio Typo (Padova, Padova) Studio Typo - un anno fa

Le consiglio di non prendere in considerazione solo le vostre paure, ma anche le vostre esigenze future, i costi di gestione dell'impianto ed i pro/contro delle diverse tecnologie. Tenete conto che un riscaldamento a pavimento consuma molta meno energia di un impianto a radiatori e vi permetterà di avere spazi liberi senza l'ingombro dei radiatori, che in futuro saranno d'intralcio se vorrete cambiare l'arredamento. In ogni caso eviti soluzioni strane come quella del riscaldamento elettrico...

Arch. Carmine Cinquegrana
Studio Typo (Padova, Padova) Studio Typo - un anno fa

Buongiorno, anche un normale impianto a radiatori (coi tubi posizionati sotto il pavimento) se si dovesse rompere la obbligherebbe a rompere il pavimento, quindi non sarà mai al sicuro al 100% da quel dilemma. Per qualsiasi scelta opterete, dovrete assicurarvi che l'installatore sia esperto, competente e con tutte le "carte" in regola. Dovrà progettare e posizionare correttamente i materiali ed eseguire la prima accensione; questa persona a lavori ultimati dovrà darle un certificato che attesta la realizzazione dell'impianto a regola d'arte (documento col quale lei si potrà rivalere in futuro se mai dovesse succedere qualcosa). Personalmente non ne ho uno a casa ma conosco persone che ce l'hanno da 10-15 anni senza alcun problema riscontrato. Spero di esserle stato utile.

Erica
Privato - un anno fa

Buongiorno, ho letto le sue risposte volevo capire perchè consiglia di evitare il riscaldamento elettrico. Sto facendo casa e mi sono state proposte due soluzioni: riscaldamento sottopavimento ad acqua con pompa di calore oppure elettrico molto meno costoso e senza pompa di calore. Perchè lo sconsiglia? Grazie mille

Giuseppe
Privato - un anno fa

ciao Erica,

anche noi stavamo pensando a un riscaldamento con pompa di calore per tutta la casa (ovviamente con più macchine) ma con impianto fotovoltaico perchè senza autoproduzione di energia elettrica la bolletta è più che salata (e vedi gli aumenti di luglio). Io ti consiglio un riscaldamento tradizionale con termosifoni o se hai fiducia nell'impresa che te lo installa vai per quello a pavimento.

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di riscaldamento nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..