rifacimento facciata plastico

non ho chiesto un cappotto, ho infiltrazioni in un plastico di 30 40 anni fa e vorrei rinnovare la facciata ora ho avuto due preventivi ma vorrei parlare della tecnica uno mi dice che e' meglio martellare tutto il plastico poi passarci tutti i prodotti necessari rasare poi dipingere con tutte le mani che servono altrimenti il muro non traspira....l'altro mi parla di un pannello di due cm da mettere sopra senza togliere niente e poi passare tutto quello che serve: rete,mani di materiale ecc. A voi esperti la domanda : Cosa è meglio fare?

rifacimento facciata plastico

non ho chiesto un cappotto, ho infiltrazioni in un plastico di 30 40 anni fa e vorrei rinnovare la facciata ora ho avuto due preventivi ma vorrei parlare della tecnica uno mi dice che e' meglio martellare tutto il plastico poi passarci tutti i prodotti necessari rasare poi dipingere con tutte le mani che servono altrimenti il muro non traspira....l'altro mi parla di un pannello di due cm da mettere sopra senza togliere niente e poi passare tutto quello che serve: rete,mani di materiale ecc. A voi esperti la domanda : Cosa è meglio fare?

Hai delle domande?
Chiedi alla community

4 Risposte

Risposte utili 2
J.P  Moscuzza
J.P  Moscuzza
Privato - 7 anni fa

Conclusione:

I materiali dovranno essere scelti in base alla diagnosi effettuata ed al tipo di intervento che si vorrà portando avanti, evitando, per esempio, di applicare un rivestimento su un supporto friabile, o di utilizzare una base ai silicati sopra un rasante impermeabile, interventi questi che si dimostrerebbero solo dei palliativi che non andrebbero a risolvere il problema e rappresenterebbero solo una spesa inutile.

Noi utilizziamo i migliori materiali attualmente in mercato che sono quelli della Mapei, le cui denominazioni commerciali sono:

Linea silexcolor

Linea Silancolor

Linea elastocolor

Rasante: Planitop 200

J.P  Moscuzza
J.P  Moscuzza
Privato - 7 anni fa

Gentilissima Loredana,

la sua facciata è sicuramente composta da tre elementi fondamentali

elementi portanti: mattoni, blocchi, ecc.

Intonaco: in uno o più strati

Rivestimento di finitura: pittura, tonachino, ecc

La prima valutazione da fare sarebbe di tipo diagnostico per determinare se il problema è superficiale o se invece, affligge l’intonaco ed eventualmente anche gli elementi portanti. In funzione di ciò si potrà proporre un tipo di intervento risolutivo e valutarne contemporaneamente il rapporto costo/beneficio.

In linea di massima se l’intonaco fosse saltuariamente ammalorato, sarà necessario ripristinarlo avendo cura di capire quali siano state le cause del problema, così da evitare che accada nuovamente e da fermare la causa del degrado.

In quanto al rivestimento di facciata, escludendo le normali pitture al quarzo, esistono tendenzialmente due gruppi di prodotti: i tonachini e le pitture.

I tonachini si applicano in uno spessore maggiore rispetto ad una pittura, pertanto consentono di essere lavorati in superficie, un esempio comune è il “graffiato”. Inoltre, proprio per questo spessore che li caratterizza, hanno una resistenza ed una durata superiori rispetto ad una pittura.

Le pitture, costituiscono una soluzione più economica, non per il costo stesso del materiale, ma per la buona resa e per la facilità di applicazione (non richiede infatti l’impiego di un operaio specializzato, come invece succede per il tonachino).

Ogni gruppo presenta inoltre tre varianti che ne caratterizzano la composizione chimica:

A base di silossanici

A base di silicati

A base di elastomerici

Le caratteristiche principali della base silossanica sono l’idrorepellenza, la buona permeabilità al vapore, la protezione durevole nel tempo, l’alta resistenza agli UV.

Le caratteristiche principali della base ai silicati sono la traspirabilità e la possibilità di riempimento d’imperfezioni dell’intonaco come avvallamenti o piccoli buchi.

La caratteristica principale della base elastomerica è l’elasticità, cioè la capacità di assorbire micro crepe, capacità che non hanno le precedenti tipologie.

Supporto d’applicazione:

A secondo della base scelta, e pertanto della prestazione desiderata, si sceglierà come intervenire con l’intonaco esistente:

se si desidera una facciata traspirante, si sceglierà un rivestimento (pittura o tonachino) a base di silicati e la facciata non potrà essere nè rasata né pitturata; si dovranno asportare le vecchie vernici, applicare un primer, anch’esso a base di silicati, ed infine applicare il rivestimento scelto. Nel caso si danneggiasse l’intonaco durante l’asportazione della pittura, questo dovrà essere ripristinato con un materiale analogo.

Se si desidera utilizzare un rivestimento a base silossanica, si potrà applicare sulla vernice esistente della facciata senza la necessità che questa venga asportata, ma non si avrà ovviamente la traspirabilità.

Se si desidera un rivestimento a base elastomerica, si potrà utilizzare direttamente su una superficie con micro crepe, ma non su una facciata precedente verniciata, pertanto o si dovrà asportare la vernice, possibilmente senza danneggiare l’intonaco, o se il danneggiamento dell’intonaco fosse inevitabile si dovrà rasare con un rasante che aderisca sopra la vernice.

Loredana
Privato - 7 anni fa

un preventivo riporta piccozzatura ibtonaco ove necessario rasatura tre mani in cui seconda affossa rete in fibravetro imbiancatura ai silicati idrorepellente per esterni...cosa intende per tinteggiatura? solo tinteggiare senza togliere?

Geom. Raffaele
Ab Constructa S.r.l. (Milano, Milano) Ab Constructa S.r.l. - 7 anni fa

Gentile Loredana tutto dipende sempre da ciò che il cliene desidera realizzare . Se necessita di un beneficio energetico il cappotto è la soluzione migliore ma il pannello deve essere almeno da cm 6,00 in su , quindi il pannello che le hanno consigliato da 2 cm non ha alcuna utilità, tanto vale che ripristina la facciata senza il cappotto. Nella qualsiasi ipotesi che lei decida di affrontare la rimozione del rivestimento plastico attuale è comunque bene farla , una volta fatto cià deve rispristinare l'intonaco ammalorato , rasare con almeno tre mani di prodotto adeguato con interposta rete in fibra di vetro , e successivamente rivestimento colorato a scelta e che sia silossanico . Sconsiglio la tinteggiatura . Saluti.

Rispondi
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di ristrutturazione facciate nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..