Meglio doppio coppo o canaline?

Salve,

il mio tetto sopra la mansarda è così costituito:

- perline

- barriera a vapore

- pannelli di polistirolo

- tegole messe in doppio coppo

Nei giorni corsi ha grandinato e mi è piovuto dentro.

Volevo chiedere: non sarebbe meglio avere le onduline sotto le tegole (attualmente non ho onduline)? Non renderebbero il tetto meglio isolato che solo le tegole?

Grazie mille per ogni parere.

Meglio doppio coppo o canaline?

Salve,

il mio tetto sopra la mansarda è così costituito:

- perline

- barriera a vapore

- pannelli di polistirolo

- tegole messe in doppio coppo

Nei giorni corsi ha grandinato e mi è piovuto dentro.

Volevo chiedere: non sarebbe meglio avere le onduline sotto le tegole (attualmente non ho onduline)? Non renderebbero il tetto meglio isolato che solo le tegole?

Grazie mille per ogni parere.

Hai delle domande?
Chiedi alla community

6 Risposte

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - un anno fa

Nella mia pratica professionale, sotto le regole o altro tipo di manto di copertura, c'è sempre la guaina bituminosa. Con le tegole.si usa sempre quella con finitura superiore ardesiata, in modo che abbia un buon aggrappo la malta di successivo allattamento delle tegole o coppi.

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - un anno fa

Vorrei aggiungere un dettaglio tecnico che le potrà essere utile.

Ripensavo al fatto che lei probabilmente ha le tegole poggiate direttamente sul polistirolo o altro materiale analogo.

Non è una soluzione durevole.

Molto probabilmente le tegole sono stata comunque allettate con malta di cemento. Almeno un pò, ci vuole sempre, anche solo per fermare le tegole di sotto, in parole povere.

Ebbene, visto che il polistirolo non è protetto, a mio avviso, con il passare degli anni, il peso della tegola e le intemperie, scavano il polistirolo. Con il risultato che la tegola si muove e sprofonda, aumentando la possibilità di ingresso d'acqua e delle intemperie in generale, in modo via via crescente ed accelerando il fenomeno di degrado.

Penso sia necessario in tempi brevi un sopralluogo sul tetto, per verificare lo stato di conservazione del manto di copertura e programmare un intervento adeguato.

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - un anno fa

Buongiorno,

la risposta alla sua domanda è: no. Mi dispiace.

Prima di tutto perché la barriera al vapore viene di fatto poi prodotta in fogli, a rotoli. Ma questi non hanno alcuna giunzione stagna che consenta, in fase di posa, di realizzare una sorta di manto unico.

Detto in parole povere: mancando la guaina bituminosa, se mai dovesse passare acqua piovana e questa arrivare alla barriera al vapore, qui l'acqua cammina finché non trova il punto di sovrapposizione tra un foglio e l'altro della barriera a vapore. E da questa zona di sovrapposizione, riesce a filtrare e passare al perlinato sottostante. Questo fenomeno sarà tanto più marcato quanto più intense saranno le piogge e di conseguenza, il volume di acqua che passa fino alla barriera al vapore.

Le confermo che la garanzia in edilizia dura fino a 10 anni, si. E' purtroppo fuori tempo massimo.

Può anche darsi che l'impresa fosse in buona fede, perché alcune barriere al vapore possono far pensare siano anche impermeabili, perché hanno la superficie "grassa". Però quella caratteristica viene via via meno, con gli anni. Con il risultato che chi realizza in quel modo, realizza di fatto una sorta di bomba ad orologeria nel manufatto (in questo caso: tetto).

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - un anno fa

Buongiorno signor Marco.

Il suo tetto è mal costruito. Verifichi lei stesso, ma nella lista che lei ha fatto manca esattamente il componente fondamentale: la guaina bituminosa (o altro prodotto analogo) che protegga dall'acqua.

La guaina bituminosa viene in genere posata sopra il polistirolo (o altro materiale di coibentazione). Vi sono in commercio anche pannelli di coibentazione che hanno già sopra la guaina impermeabilizzante.

Se la casa è di recente costruzione, deve citare in giudizio il costruttore e la direzione lavori, perché entrambi responsabili, in solido.

Infatti, il danno è grosso. La mancanza della guaina bituminosa non può essere surrogata con altri interventi. Deve necessariamente smontare i coppi, inserirla, rimontare i coppi. Con ponteggio, progettista e direzione lavori, sicurezza cantieri edili ecc. Insomma, una bella cifra.

Marcopc
Privato - un anno fa

Domanda,

la barriera a vapore, posta tra le perline e i panelli di polistirolo, non dovrebbe fare le veci della guain butimosa?

Il tetto è stato fatto 12 anni fa, quindi non penso di essere in tempo per dei reclami.

Grazie mille,

e il mio cordiale saluto.

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di tetti nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..