Infiltrazioni e muffa

Da qualche tempo sulle pareti interne che danno verso l'esterno del palazzo ho umidità e fioriture. Il problema si presenta per infiltrazioni d'acqua dalla facciata esterna. In alcuni punti della finestra della camera da letto i muri sono proprio bagnati e si diffonde fioritura e umidità sia in camera che in bagno. In questo periodo particolarmente piovoso la situazione è molto peggiorata(dopo aver colorato il bagno è riuscita dopo 3 settimane e in camera la muffa si sta allargando). L'idea di rifare la facciata non va in porto e vorrei risolvere il problema all'interno, come posso fare?

Veronica Polenghi
Veronica Polenghi ha chiesto riguardo
Impermeabilizzazione
3 anni fa

Infiltrazioni e muffa

Da qualche tempo sulle pareti interne che danno verso l'esterno del palazzo ho umidità e fioriture. Il problema si presenta per infiltrazioni d'acqua dalla facciata esterna. In alcuni punti della finestra della camera da letto i muri sono proprio bagnati e si diffonde fioritura e umidità sia in camera che in bagno. In questo periodo particolarmente piovoso la situazione è molto peggiorata(dopo aver colorato il bagno è riuscita dopo 3 settimane e in camera la muffa si sta allargando). L'idea di rifare la facciata non va in porto e vorrei risolvere il problema all'interno, come posso fare?

IMG-20141118-WA0011_238155
5 foto

14 Risposte

Risposte utili 4
Giuseppe Cocciolo
Giuseppe Cocciolo ha risposto... Laboratori Edili (Roma, Roma) Laboratori Edili - 3 anni fa

Sicuramente la cosa da non fare è cercare di risolvere il problema dall'interno, non ci riusciresti nemmeno se foderi di gomma tutta la casa! L'unico palliativo che puoi tentare è spruzzare sui muri un prodotto anti-muffa, sul mercato ce ne sono di varie marche, che eliminerebbe i fastidiosissimi licheni che si formano sulle parti bagnate, ma l'umidità resta! La prima cosa che ti consiglio è di farti certificare da un esperto la causa del problema, se dipende dalla facciata il condominio è obbligato ad intervenire altrimenti lo puoi citare tranquillamente per danni, se invece il problema riguardasse gli infissi o altro di tua competenza, effettuare gli interventi oggi significherebbe risparmiare fino al 65% grazie agli incentivi statali.

Andrea
Andrea ha risposto... Impresa Edile Andrea Di Sante (Cartecchio, Teramo) Impresa Edile Andrea Di Sante - 3 anni fa

Buona sera per prima cosa ti devi assicurare che non hai perdite di livello idraulico all'esterno della tua casa

poi ti dovrei fare alcune domande

1)la parte interessata esternamente si trova a contatto diretto con la terra? Ho a un marciapiede che separa la casa dal terreno?

2) se la parete esterna della casa e a contatto diretto con la terra ci sono piante attaccate alla casa?come pini ecc...

3) se invece il problema non e nel piano terra ma nei piani rialzati hai visto se il canale di gronda non sia rovinato?

4) hai provato ha impermeabilizzare le pareti esterne ? poi passare l'anti muffa internamente

Veronica Polenghi
Veronica Polenghi ha risposto... Privato - 3 anni fa

L'appartamento è al terzo piano di un condominio e sopra ci sono altri 3 piani. I muri interni sono stati trattati più volte con prodotti antifioritura e antimmuffa, quelli esterni no...vista l'altezza. Il problema sembra peggiorare quando piove, è per questo che pensavamo ad una infiltazione.

Giampiero Ceci
Giampiero Ceci
Giampiero Ceci ha risposto... Privato - 2 anni fa

Dalla visione delle foto in realtà sembra si tratti di due diverse problematiche. In prossimità dell'infisso le caratteristiche cromatiche e le dimensioni della "macchia" fanno propendere per una infiltrazione diretta di acqua meteorica mentre le caratteristiche delle effluorescenze e delle micosi nelle zone tra solaio e parete perimetrale dovrebbero associarsi al non corretto isolamento dei ponte termico (per semplificare direi che l'isolamento termico della tamponatura perimetrale potrebbe avere una discontinuita in corrispondenza del solaio e delle travi nella zona perimetrale dell'edificio).

Giampiero Ceci
Giampiero Ceci
Giampiero Ceci ha risposto... Privato - 2 anni fa

In ogni caso considero indispensabile, prima di effettuare qualsiasi tipo di intervento, richiedere un sopralluogo di un tecnico con esperienza specifica in materia.

ING. GIUSY GAMO
ING. GIUSY GAMO ha risposto... Studio Ingegneria Gamonaco (Druento, Torino) Studio Ingegneria Gamonaco - 2 anni fa

Buongiorno, premesso che sarebbe necessario effettuare un sopralluogo per meglio comprendere il contesto, se fosse un problema di infiltrazione da acqua battente sulla facciata, intervenendo dall'interno può fare in modo che la muratura traspiri utilizzando un intonaco deumidificante (resistente chimicamente ai sali) il quale consentirà si espellere l'umidità sotto forma di vapore evitando la cristallizzazione dei sali all'interno.

Infine si consiglia di effettuare una rasatura (non microporosa) e la strato di finitura minerale.

Ing. Gamo

Felice Liccardi
Felice Liccardi ha risposto... Studio Tecnico Liccardi (Napoli, Napoli) Studio Tecnico Liccardi - 2 anni fa

Mi complimento per le risposte dei colleghi... comunque io scarterei tutte le soluzioni che consigliano l'apposizione di intonaco deumidificante (o antimuffa che dir si voglia) in quanto trattasi di materiale microporoso le cui "cavità", una volta saturate, riproporrebbero le efflorescenze.

I problemi, a mio modesto parere, sono causati sia dall'umidità proveniente dall'esterno che dai "ponti termici".

Dato il numero di piani suppongo che trattasi di un fabbricato in cemento armato per cui è verosimile che l'umidità si infiltri attraverso le "incassature" sotto trave delle timpanature perimetrali che si sono probabilmente distaccate... e questo è un problema che può essere risolto SOLO attraverso il corretto ripristino delle sugellature (o incassature).

La formazione di efflorescenze è poi amplificata dalla naturale tendenza delle strutture in cemento armato (pilastri e travi) a fare da "ponte-termico".

L'unico serio intervento è legato ad una corretta ventilazione dell'ambiente che si ottiene SOLO realizzando una controparete isolata (cartongesso + estruso da almeno 40 mm.) e mettendo in comunicazione la timpanatura con l'esterno in modo da consentire una corretta ventilazione... ma ciò ridurrebbe la superficie utile della stanza.

Procedendo in tal modo sono riuscito a risolvere REALMENTE ed in maniera definitiva problemi simili ai Suoi.

Calcolare prezzo gratis ONLINE in un minuto e senza impegno
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Sei un professionista e vuoi trovare nuovi clienti?

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..

Registrati gratuitamente