Come posso frazionare un'abitazione civile in zona agricola?

Salve, volevo sapere se ci sono delle soluzioni per poter frazionare un'abitazione in zona agricola. L'abitazione faceva parte di un podere e di un'attività agricola, ma da anni tutto e stato venduto e quindi l'abitazione e la sue corte colonica non ha più nulla a che fare con le attività agricola del luogo. Ciò nonostante è comunque situata in zona E . La casa, essendo enorme, mio padre la vorrebbe lasciare a me e mio fratello dividendola in due unita immobiliari. Io addirittura vorrei comprarla la mia parte, e di conseguenza mi servirebbe un frazionamento. Sto in sardegna e mi dicono che non si puo fare, perche non si possono creare più unita abitative in zona agricola. Come posso risolvere la questione? Dicono che non si pio dividere a meno che non sono coltivatore diretto.. ma io ho gia un'altra attività e non posso diventarlo, in'oltre non ci sono piu terreni o altro per cui io possa farlo... e rimasta solo la corte colonica. Si pretende che un fratello dia la parte all'altro e per forza si compri tutto l'immobile.. ma io posso comprare solo la mia parte e non tutta!! Come si può fare?? non vorrei arrivare al decesso di mio padre e poi non potendo dividere tra noi due figli, dover vendere la casa che appartiene alla nostra famiglia da 3 generazioni!!!

Cordiali saluti e grazie in anticipo

Come posso frazionare un'abitazione civile in zona agricola?

Salve, volevo sapere se ci sono delle soluzioni per poter frazionare un'abitazione in zona agricola. L'abitazione faceva parte di un podere e di un'attività agricola, ma da anni tutto e stato venduto e quindi l'abitazione e la sue corte colonica non ha più nulla a che fare con le attività agricola del luogo. Ciò nonostante è comunque situata in zona E . La casa, essendo enorme, mio padre la vorrebbe lasciare a me e mio fratello dividendola in due unita immobiliari. Io addirittura vorrei comprarla la mia parte, e di conseguenza mi servirebbe un frazionamento. Sto in sardegna e mi dicono che non si puo fare, perche non si possono creare più unita abitative in zona agricola. Come posso risolvere la questione? Dicono che non si pio dividere a meno che non sono coltivatore diretto.. ma io ho gia un'altra attività e non posso diventarlo, in'oltre non ci sono piu terreni o altro per cui io possa farlo... e rimasta solo la corte colonica. Si pretende che un fratello dia la parte all'altro e per forza si compri tutto l'immobile.. ma io posso comprare solo la mia parte e non tutta!! Come si può fare?? non vorrei arrivare al decesso di mio padre e poi non potendo dividere tra noi due figli, dover vendere la casa che appartiene alla nostra famiglia da 3 generazioni!!!

Cordiali saluti e grazie in anticipo

Hai delle domande?
Chiedi alla community

10 Risposte

Ri
Privato - un mese fa

Buongiorno a tutti, io sto nella regione Lazio, e sembra che c'è proprio una normativa che non permette il frazionamento di unità immobiliari in zona agricola. Lo so per certo, perchè ho buttato soldi e tempo per fare dei sopralluoghi da geometri ed architetti, e poi ritrovarsi un bello stop al comune, e sembra che non dipenda dal comune ma dalla regione in virtù dell’art.55 della Legge Regionale 38 del 22/12/1999. Da questo articolo mi è stata negata la possibilità di fare il frazionamento in zona agricola, che viene permesso solo in caso di imprenditore agricolo. Pertanto se avete delle effettive e reali situazioni in cui siete riusciti ad aggirare o in qualche modo ottenere il frazionamentoi, vi prego di scriverlo qui, grazie.

MAURO SCARAMUZZA
Geom. Mauro (Ardea, Roma) Geom. Mauro - 3 anni fa

Aggiungo alla risposta precedente:

che una volta eseguita tutta la procedura Urbanistica, Lavori per eseguire il frazionamento e pratica Catastale e solo allora si può predisporre atto Notarile di Donazione senza passaggio di denaro, oltre spese notarili ed eventuali tasse.

Rispondi
Maria Angela Leogrande
Maria Angela Leogrande Ingegnere (Castellana Grotte, Bari) Maria Angela Leogrande Ingegnere - 2 anni fa

Interessantissimo questo dibattito... mi sto imbattendo proprio in pratiche di questo genere: frazionamenti eseguiti per donazioni, ma ahimé spesso e (non) volentieri solo di carattere catastale!!!

Ci sono degli estremi per "sanare" le situazioni a livello urbanistico "a posteriori", sia in zona agricola che in zone quali quelle di completamento ai sensi dei PRG comunali?

Marianna
Privato - 5 mesi fa

Buonasera , il mio comune non mi permette di frazionare un’unità abitativa in due in zona agricola. Mi Saprebbe indicare dei riferimenti normativi che smentiscano questa presa di posizione ? Grazie

MAURO SCARAMUZZA
Geom. Mauro (Ardea, Roma) Geom. Mauro - 3 anni fa

Buon giorno

visto il caso specifico posso sicuramente dire che NON serve ne verificare in comune ne da PRG perchè il frazionamento di unità immobiliari anche con destinazione E agricola è previsto dalla Giurisprudenza Italiana nel caso di Donazione da Padre a figli o in Successione morte. Pertanto bisognerà preparare una pratica Urbanistica per il comune dove e come si evince il frazionamento sicuramente con lavori da realizzare corredata di tutta la documentazione al riguardo .... (omissis) e solo successivamente un frazionamento Catastale Fine Lavori ed Agibilità.

Rispondi
Andrea Granchi
Studio Tecnico FEGA (Pontedera, Pisa) Studio Tecnico FEGA - 3 anni fa

Certo che può essere frazionata, sempre che i regolamenti comunali per quel tipo di fabbricato lo consentano, comunque, qualora non vi siano ostative, è necessario presentare un pratica al comune di competenza e successivamente eseguire il frazionamento catastale così che le due unità abbiano ogni una il proprio identificativo e tuo padre provvedere a donare (sconsigliato se pensi di ri vendere o aver bisogno di mutuo ipotecario prima di 20 anni dalla donazione) oppure vendere ai fratelli. Per risposte più precise mi servono i riferimenti catastali del bene.

Rispondi
 Bascialli
 Bascialli
Privato - 3 anni fa

E' necessario avere l'ubicazione dell'immobile al fine di poter verificare esattamente, per il caso specifico, la situazione urbanistica (PGT). Sicuramente, come già detto, se l'immobile non ha più il requisito di ruralità deve essere accatastato come Ente Urbano. Attenzione però che la rispondenza degli atti (progetti) depositati al comune deve essere verificata. Poi bisogna fare altre considerazioni inereti l'epoca di costruzione...... Sicuramente è opportuno dare incarico ad un professionista che, sapendo fare il suo lavoro, le possa risolvere, ove possibile, la situazione.

Saluti.

Claudio
Privato - 2 anni fa

Buonasera geometra,

sono un architetto pugliese alle prese con la stessa problematica. Secondo lei se i figli dovessero vendere in futuro a terzi la loro parte di proprietà precedentemente donata, si configurerebbe l'ipotesi di reato di lottizzazione abusiva?

Sara Pizzo
Studio Tecnico 1881 (Moasca, Asti) Studio Tecnico 1881 - 3 anni fa

Gentile Daniele,

dipende molto dal PRG locale la possibilità di frazionare o meno un'abitazione in zona agricola perchè alcuni Comuni impongono delle limitazioni ai frazionamenti in area agricola.

Sicuramente, se sua padre non è un imprenditore agricolo professionale e la casa ha perduto i requisti agricoli occorre procedere con una "derurarilizzazione" che consiste nel passaggio da fabbricato agricolo a fabbricato di civile abitazione. Questo passaggio deve essere fatto sia in Catasto che Comune. Successivamente, se il PRG del Comune lo permette, si potrà procedere al frazionamento.

Se le interessa una consulenza mirata mi contattarmi in privato.

Saluti

Arch Sara Pizzo

Studio Tecnico 1881

Rispondi
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di geometri nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..