E' possibile dipingere i pensili della cucina da soli?

salve ho una buon cucina color miele che però mi ha stancato e vorrei rinnovarla. la cucina non è molto grande pertanto ho pensato ad un colore chiaro. E' possibile farlo da soli? ho visto che ci sono in commercio tinture per rinnovare le cucine. La vetrina e alcune rifiniture sono nere? inoltre alcune mensole sono in laminato color miele? mi conviene lasciarli? avrei bisogno di qualche consiglio.

grazie

Stefania
Stefania ha chiesto riguardo
Imbianchini
Un anno fa

E' possibile dipingere i pensili della cucina da soli?

salve ho una buon cucina color miele che però mi ha stancato e vorrei rinnovarla. la cucina non è molto grande pertanto ho pensato ad un colore chiaro. E' possibile farlo da soli? ho visto che ci sono in commercio tinture per rinnovare le cucine. La vetrina e alcune rifiniture sono nere? inoltre alcune mensole sono in laminato color miele? mi conviene lasciarli? avrei bisogno di qualche consiglio.

grazie

Hai delle domande?
Chiedi alla community

3 Risposte

Gabriele
Gabriele ha risposto... V.G. Marmi (Cave, Roma) V.G. Marmi - un anno fa

Certo una buona scartavetrata e puoi dipingere

Wojciech   Glaz
Wojciech Glaz ha aggiunto... Glaz Wojciech Artigiano (Roma, Roma) Glaz Wojciech Artigiano - un anno fa

Buongiorno

Dunque cucina composta da Pensili Top e Base

Pensili è Base normalmente uso SottoSopra linea di vernici resinose, colore e poi protezione a Scelta lucida opaca. Dopo aver sgrassato con alcol, ogni sportello ogni punto dove va applicato colore, smontando oviamente cerniere ect..

Lina vernice finale e certificata, contatto alimentare. Altra soluzione è materia Materico

e la pasta a spessore però vantaggio che si può fare finiture fantastiche con velature o addirittura incollare oggetti 3d

bottoni conchiglie. Rimane il top che spesso si poggia oggetti, pentole surriscaldate temperature alte in questo caso Top o si lascia originale o si cambia a colore che ci piace qui oviamente c'è da lavorare, smontaggio montaggio trasporto e taglio

3 foto
Giovanni Napolitano
Giovanni Napolitano ha risposto... Colorevolutions (Milano, Milano) Colorevolutions - un anno fa

Buongiorno Stefania, la risposta è: in linea generale sì, poi vanno fatte delle precisazioni

1- I mobili tradizionalmente sono laccati con delle vernici a due componenti date a spruzzo, l’industria prevede anche un trattamento termico, cosa che un piccolo falegname generalmente non fa. Quindi qualsiasi sistema tu adotterai per verniciare la tua cucina non verrà mai come se fosse laccata da mobiliere.

Perciò: punto uno ti devi accontentare di una verniciatura “fai da te” quindi segni di pennello, rullino eccetera

2- Posto che ti vada bene livello di finitura devi considerare che per verniciare un armadio molti degli elementi è preferibile smontarli, (le ante, frontali dei cassetti, Zoccolini, maniglie) verniciarli da montati comporta diversi inconvenienti come girare intorno alle cerniere ed evitare chiusure accidentali

Nello stesso tempo, se smontati, poi serve uno spazio adeguato per lasciarli asciugare

3- quale vernice? Non tutte vanno bene, c’è comunque da scegliere

- la vernice all’acqua (smalto acrilico per serramenti, NON MURALE) è il primo step. Vantaggi: costa (relativamente) poco, si trova ovunque, asciuga in fretta. Un buon fondo aggrappa su quasi tutto. Svantaggi: è meno resistente e non la più indicata per un arredo (anche se la più usata dai dilettanti)

- La vernice all’acqua poliuretanica monocomponente (sarebbe meglio la bicomponente ma per un non professionista meglio evitare perché si rischia di sbagliare) Si trova dove vendono le resine per pavimenti. Potrebbe servire un fondo specifico per alluminio o altri elementi Vantaggi: non è difficile da dare, è paragonabile allo smalto all’acqua anche se spesso copre meno, ma è molto più resistente ai graffi e se data con un buon rullino si dilata è da un effetto laccato. Svantaggi: più difficile reperirla. Leggermente più cara. attenzione all’ancoraggio, non sempre un solo fondo va su tutto

- Esiste una vernice in kit che prevede un fondo colorato e una finitura a due componenti da mettere sopra, se cerca sotto-sopra è abbasta diffusa. Vantaggi: concepita per il fai da te è tra le bicomponenti la più “facile”. Molto resistente. Aspetto quasi da laccatura e comunque soddisfacente. Svantaggi: costa tanto, più difficile delle altre Due

- Una alternativa da valutare possono essere le pellicole adesive apposite per mobili. Cercare in rete. Vantaggi: a disegno, non devono asciugare e se ne possono dare anche due ante alla sera (cioè non serve mettere tutto per aria in una sola volta) relativamente facili da applicare. Svantaggi: non si possono fare agevolmente montanti o bordi che sarebbero comunque da verniciare. Marche diverse danno risultati diversi

Avvertenze generali:

Prima le idee chiare (materiali, istruzioni, modi, tempi, spazi.. eccc) poi procurati tutto l’occorrente, poi inizia. Non iniziare prima, non è un lavoro così facile

Ogni finitura ha ciclo e fondi diversi, con alcune carteggiare, con altri sgrassare ecc. segui le indicazioni del fabbricante/venditore

Fatti assistere almeno come consigli da uno che lo sa fare

Spero di essere stato esauriente

Grazie

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di imbianchini nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Sei un professionista e vuoi trovare nuovi clienti?

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..

Registrati gratuitamente