E' possibile livellare un pavimento con forte pendenza?

Buongiorno, ho una stanza di 16 mq con un pavimento in pendenza. Da una parte all'altra della stanza ci sono 10/12 cm (non mm!) di differenza. Come posso sistemare questo problema? Una gettata di cemento o una base in legno su cui posare un laminato? Possono esserci altre soluzioni? Il problema principale è la scarsa disponibilità economica. Grazie!

E' possibile livellare un pavimento con forte pendenza?

Buongiorno, ho una stanza di 16 mq con un pavimento in pendenza. Da una parte all'altra della stanza ci sono 10/12 cm (non mm!) di differenza. Come posso sistemare questo problema? Una gettata di cemento o una base in legno su cui posare un laminato? Possono esserci altre soluzioni? Il problema principale è la scarsa disponibilità economica. Grazie!

Hai delle domande?
Chiedi alla community

11 Risposte

Risposte utili 5
Ugo Silato
Silato Costruzioni (Manta, Cuneo) Silato Costruzioni - 7 anni fa

Ora non so quale possa essere la vostra “limitata disponibilità economica”, ma se vi è molta umidità, visti gli spessori (visibili ad occhio in foto), sconsiglio di eseguire un livellamento sovrastante la pavimentazione attuale che non sia di tipo aerato.

Credo che la miglior soluzione preveda per forza la demolizione dell’attuale pavimentazione per cercare di recuperare un maggior spazio e quindi provvedere alla formazione di un sottofondo aerato con le dovute “prese d’aria”.

Tenga presente che un sottofondo aerato come minimo richiede 7 cm per gli elementi di tipo “Igloo” e poi almeno 4/5 centimetri di getto in c.a. ed ulteriori 6/7 centimetri se si vuole una pavimentazione in ceramica. Con questi spessori, si ha veramente il minimo indispensabile, ma non la miglior soluzione che richiederebbe maggiore spazio per l’aerazione.

Rispondi
Ugo Silato
Silato Costruzioni (Manta, Cuneo) Silato Costruzioni - 7 anni fa

Sicuramente le conviene rivolgersi ad un professionista, inteso come muratore, oppure ad una rivendita di ceramiche che oltre offrirle i materiali più adatti le faranno anche il lavoro.

Se ha almeno 7 centimetri nel punto più alto (ripeto come minimo 7 centimetri), le consiglio, come è già stato fatto da altri utenti, di utilizzare del materiale isolante rigido e con una certa resistenza alla compressione, poi far realizzare un sottofondo in sabbia e cemento lasciando lo spazio per l’eventuale pavimentazione utilizzando però una rete per massetti in acciaio zincato ed una fascia perimetrale per creare discontinuità fra sottofondo e pareti.

Facendo questa operazione può far passare eventuali tubazioni nel massetto, si sa mai…

E’ sicuramente la soluzione più economica. Quanto costa? Le consiglio nuovamente di rivolgersi ad un artigiano di fiducia o ad una rivendita di ceramiche.

Rispondi
Ugo Silato
Silato Costruzioni (Manta, Cuneo) Silato Costruzioni - 7 anni fa

Bisogna capire cosa si intende con “pavimento”.

Se stiamo parlando come presumo di solaio o comunque fondo grezzo, la soluzione è legata allo spessore su cui si può agire: se occorre livellare partendo dal punto più alto del suddetto “pavimento” è una cosa, se si hanno 20 centimetri di franco su cui intervenire è un'altra.

Senza questa delucidazione non si può dare una vera risposta.

In attesa di un suo riscontro.

Rispondi
Marco Germano
Bm1 Srl (Roma, Roma) Bm1 Srl - 7 anni fa

Buonasera

Rispondere senza aver visto il pavimento, è difficile bisogna vedere il solaio?

Comunque puoi livellarlo con fogli di polistirolo doro e incollarlo con colla poi ci puoi andare a pavimentare con mattonelle incollandole sopra o con il parquet sia flottante o incollato.

Rispondi
Marco
Exston Srl (Bientina, Pisa) Exston Srl - 7 anni fa

Per spessori così sostenuti la soluzione più semplice è la gettata, magari aiutandosi con degli IGLOO (prendono nome dall'azienda che per prima ha introdotto l'articolo), e questo può tornare utile per passare al di sotto anche con gli impianti, altra soluzione può essere sottofondi.knauf.it un sistema di pannelli di diverso spessore da ricoprire poi con il proprio massetto.

Rispondi
Dott2° Ing Arch Giovanni Colombo A1360
Dott2°.ing.arch-giovanni Colombo (Perugia, Perugia) Dott2°.ing.arch-giovanni Colombo - 7 anni fa

EC_:

GEntile, precedente di considerare il problema e' necessario conoscere l'uso che Lei fa del suo spazio; infatti 12 centimetri in una stanza di 16 m2 possono andare da 3 cm ogni metro, che e' la pendenza che si mette per lasciar scivolare il flusso acquoso con elevata portata, ad 6% che invece e' forte scosceso anche se rientra negli normali pavimenti, se invece e' un corrridoio puo' arrivare ad 8% laterali allora il problema non e' tanto com attaccare il pavimento, che e' semplice quanto invece che non risponde alle normative per disabili.pavimento

Rispondi
Ugo Silato
Silato Costruzioni (Manta, Cuneo) Silato Costruzioni - 7 anni fa

P.S. A prima vista non sembra che vi sia umidità di risalita (non sappiamo se è un piano terreno/interrato oppure un piano sopraelevato), ma ponga attenzione a questo aspetto, in quanto un battuto e relativo pavimento con interposizione dell'isolante sono sicuramente meno "traspiranti" dell'attuale pavimentazione in cotto.

Rispondi
Chiara
Privato - 7 anni fa

Grazie per le vostre risposte. Si dovrebbe livellare partendo dal punto più in alto (prima foto). Il punto più basso è dove si intravede il lavello (seconda foto). All'interno di questa stanza è stato ricavato un bagnetto, ma lo spazio sotto la porta permette di rialzare il pavimento.

20141021_191204_230743
3 foto
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di ristrutturazione locali commerciali nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..