Come posso sistemare una macchia di umidità?

Ce l'ho in camera da letto e ho paura che mi faccia anche male respirare quella muffa di notte...

Come posso sistemare una macchia di umidità?

Ce l'ho in camera da letto e ho paura che mi faccia anche male respirare quella muffa di notte...

Hai delle domande?
Chiedi alla community

4 Risposte

Francesco De Siati
Impresa Edile De Siati Francesco (Torino, Torino) Impresa Edile De Siati Francesco - un anno fa

Buongiorno io userei per pulire dell’ammoniaca, perché tutti i prodotti antimuffa hanno come contenuto questo. Lascierei asciugare bene dopo di che andrei a tinteggiare normale, senza fare tanti passaggi che non servono a nulla. Il problema se persiste allora è un problema di umidità che persiste, in questo caso bisogna vedere l’entità e lavorare su questo problema, altrimenti si è sempre punto è a capo.

Buona giornata

Valeria Pascolini
Artigiano Stefano Pascolini (Torino, Torino) Artigiano Stefano Pascolini - un anno fa

Eviterei uso di candeggina perché altera la tinta che poi dovrà coprire a lavoro finito.....esistono invece dei buoni prodotti appositi x l'eliminazione della muffa.ma spesso è rimedio temporaneo perché bisogna trovare la causa.....infiltrazione dall'intonaco?perdita di acqua? Se non risolve la causa tampona solo e alla lunga la muffa si ripresenta.......

Ing. Antonello Serra
Antonello Serra (Cagliari, Cagliari) Antonello Serra - un anno fa

La soluzione per macchie da umidità e muffa conseguente è sempre laboriosa.

Come primo approccio, si può:

1) Deumidificare l'ambiente, o con apposita funzione dello split eventualmente presente in camera, o con sali da acquistare e lasciar poi agire all'interno del loro contenitore, che raccoglierà l'acqua frutto della condensa dell'umidità atmosferica.

In aggiunta a questo intervento, una altra azione che contribuisce alla qualità interna, è il riscaldare l'ambiente e nello specifico, il punto in cui avete la muffa. Potrebbe essere fatto o avvicinandoci una stufa elettrica o con una stufa a combustione (pellet o legna).

In alternativa, la soluzione principale e definitiva, che evita tutte le precedenti, è quello di realizzare all'esterno una coibentazione adeguata, mediante rivestimento delle facciate esterne con pannelli di coibentazione, giacché il fenomeno interno descritto è il classico effetto di un ponte termico, per pareti di ambienti in cui vi è soggiorno prolungato di persone, poco arieggiate e con una parete fredda, perché esposta a nord / nord-ovest.

Franco Mastrolia
Edilbianco (Rivarolo Canavese, Torino) Edilbianco - un anno fa

Pulisci bene la macchia di muffa togli il nero con un po di candeggina su uno straccio e strofina fai asciugare per un Oretta poi ci vuole uno spray anti muffa devi comprarlo bianco e spruzza sulla macchia poi fai asciugare e passi di nuovo poi quando dai il bianco non si vede e non esce più ma sei hai una perdita devi togliere la perdita nel posto in cui c'è l'hai se non hai perdite allora fai come ti ho scritto ciao buona giornata

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di pulizie nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..