cappotto interno e bonus mobili

stiamo per cambiare la cameretta dei bambini e prima di acquistarla volevamo risolvere un problema di muffa su una parete costruendo un cappotto interno, ci domandavamo se tali lavori poi ci danno la possibilità di accedere al bonus fiscale per i mobili che andremo a comprare.

grazie

Eros

cappotto interno e bonus mobili

stiamo per cambiare la cameretta dei bambini e prima di acquistarla volevamo risolvere un problema di muffa su una parete costruendo un cappotto interno, ci domandavamo se tali lavori poi ci danno la possibilità di accedere al bonus fiscale per i mobili che andremo a comprare.

grazie

Eros

Hai delle domande?
Chiedi alla community

9 Risposte

Risposte utili 1
Studio DG
Ing. Marilisa D'amico (Siracusa, Siracusa) Ing. Marilisa D'amico - 7 anni fa

buongiorno Eros, lei ha capito perfettamente qual'è la causa della condensa.

per darle il giusto consiglio, però, dovrei avere un quadro più completo. Ad esempio, la sua casa è all'ultimo piano?Qualità degli infissi?In cucina c'è la cappa?(non pensi alla stanza come a sé stante). Conduzione dell'impianto?(abbassate la temperatura durante la notte?)

Rispondi
Studio DG
Ing. Marilisa D'amico (Siracusa, Siracusa) Ing. Marilisa D'amico - 7 anni fa

Salve Eros, credevo la casa fosse più datata, troppo recente per avere problemi di isolamento; non so se vuole approfondire questo aspetto, ma potrebbe chiedere al comune"Relazione Tecnica di cui all'articolo 28 della Legge 9 gennaio 1991 n.10, attestante la

rispondenza alle prescrizioni in materia di contenimento del consumo energetico degli

edifici (All.to E DD.LLgs.192/05 e 311/06 e s.m.i.)" che deve essere stata depositata dal costruttore. Poi potrebbe far fare una perizia e procedere per vie legali. A parte questo, comunque, la conduzione dell'impianto non và bene:spegnere del tutto i riscaldamenti è solo apparentemente un modo per risparmiare; le consiglio di tenerli al minimo durante tutto il periodo invernale. In ultimo, per migliorare la ventilazione, se la cappa è collegata con l'esterno (no filtri), può usarla per estrarre l'aria e far mettere delle bocchette di areazione nei cassonetti delle finestre delle altre stanze. Spero di esserle stata utile. saluti.

Rispondi
Eros
Privato - 7 anni fa

Buongiorno Ing. D'amico, ecco alcune delucidazioni che possono essere utili: la casa è un appartamento al primo piano ed è stata costruita nel 2007, i muri interessati sono esposti a nord, le finestre sono con telaio in legno e vetri doppi insonorizzati (in cameretta c'è una porta finestra), di solito apriamo le finestre almeno una mezzora al giorno, in cucina c'è la cappa (cuciniamo prevalentemente di sera), l'impianto è il classico con caldaia a gas e termosifoni e di solito d'inverno lo accendiamo solo di sera (temperatura 20/22°) per poi abbassare il termostato quando andiamo a letto (18/20°). Qualche anno fa è venuto a controllare la casa un perito con una telecamera che rileva il calore e ha constatato che i muri erano freddi soprattutto negli angoli tra parete e soffitto.

Grazie per la cortesia e la disponibilità.

Eros

Eros
Privato - 7 anni fa

grazie mille, non sono esperto in materia ma mi sembrava di aver capito che con il ponte termico la muffa si crea perchè i vapori caldi (cucina, bagni, etc.) vengono a contatto con il muro che è freddo e quindi la soluzione è cercare di diminuire l'umidità interna arieggiando bene i locali, impresa non molto facile con l'umidità che abbiamo a Mestre o/e diminuire l'escursione termica tra muro e ambiente interno "riscaldando" il muro con pitture termiche (provate ma rallentano la muffa ma non la eliminano) o drasticamente con un cappotto, quello esterno non è fattibile perchè il condominio ha già risposto negativamente, pensavo quindi a quello interno, ma se mi dice che anche questo potrebbe non risolvere il problema cosa potrei fare per dare un ambiente sano ai miei figli?

Eros

Studio DG
Ing. Marilisa D'amico (Siracusa, Siracusa) Ing. Marilisa D'amico - 7 anni fa

Buonasera,mi dispiace darle una cattiva notizia ma il bonus mobili è legato alle ristrutturazioni, mentre quello in questione è un intervento di riqualificazione energetica. Le ristrutturazioni godono della detrazione fiscale al 50%, il risparmio energetico gode del 65%. Il punto, però, è che i mobili in questo caso non rientrano. Per quanto riguarda, invece, l'opportunità dell'intervento, il cappotto interno non è consigliato nel residenziale per via dei vapori che naturalmente si generano a causa della cucina , dei bagni e del soggiornare prolungato durante il sonno. Un muro coibenteto dall'interno non traspira e quindi non credo che eliminerebbe il problema della muffa, soprattutto chiudendolo con i letti a castello. I ponti termici vanno eliminati dall'esterno preferibilmente, anche se in condominio mi rendo conto che è impossibile a meno che non si proponga il cappotto a tutti. Molto spesso il problema della muffa può essere attenuato con una buona ventilazione. Il vostro problema è da valutare bene. Saluti.

Rispondi
Eros
Privato - 7 anni fa

grazie per le delucidazioni, confermo che la muffa è causata da problemi di condensa, si crea in particolar modo sulle giunture tra muro e soffitto, il muro è esposto a nord ed è molto freddo al tatto, oltretutto a venezia il clima è molto umido, spero di risolvere il problema dato che la parete verrà chiusa con un mobile con i letti a castello e non vorrei che si formasse la muffa dietro.

la ringrazio per la cortesia e sicuramente la contatterò per un consiglio.

Eros

Arch Massimo Romeo
Studio Amr (Firenze, Firenze) Studio Amr - 7 anni fa

Mi sembra che il bonus fiscale per acquisto dei mobili sia legato al tipo di intervento di manutenzione straordinaria, in tal caso mi sembra proprio che ci siamo, dovra' essere avvalorato da una dichiarazione di un tecnico per essere regolari, riguardo alla muffa bisognerebbe che facesse accertare se la muffa e' provocata da una infiltrazione di umidita' o da condensa, nel primo caso ovviamente si interviene si fa asciugare, nel secondo caso, bisognerebbe mettere un materiale adatto che possa eliminare questa, i valori di resistenza a condensa si trovano nelle schede tecniche dei materiali stessi, da fare particolare attenzione perché il problema non e' di facile soluzione, bisognerebbe essere accorti nelle scelta: Mi scriva pure se ha bisogno di informazioni maggiori

Rispondi
Eros
Privato - 7 anni fa

grazie mille per la risposta, il problema pare sia causato da un ponte termico sui muri esposti a nord, ho già provato con la pittura termica ma non risolve nulla, rallenta solo il processo. in ogni caso prima di agire chiederò un consulto ad un esperto.

Saluti

Eros

Insolo
Insolo (San Paolo d'Argon, Bergamo) Insolo - 7 anni fa

Entrambi gli interventi possono godere delle agevolazioni in quanto rientrano nel programma di "Recupero del patrimonio edilizio". Può consultare la specifica pagina della Agenzia delle Entrate (trova il link in calce).

Per quanto riguarda i problemi di muffa, farei un'analisi accurata, prima di decidere di coprire semplicemente il problema; rischia di curare i sintomi anziché la malattia.

Anto

Rispondi
Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di isolamento nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..