Acqua calda doccia

Salve,ho un problema con l'acqua calda della doccia,si blocca a 34° gradi,mentre nel lavandino raggiunge i 50°,non ho mai miscelato per fare la doccia,ho sempre regolato la caldaia a 39° ma da un po' di tempo mi tocca fare la doccia quasi fredda,il mio idraulico non ci sta capendo più nulla,abbiamo smontato soffione,rubinetto. Il problema rimane,pressione ce' ma esce tiepida,utilizzo pompa centrifuga con press control e funziona regolarmente. Qualcuno saprebbe darmi indicazioni presso prima che butto giù tutto il bagno?

Acqua calda doccia

Salve,ho un problema con l'acqua calda della doccia,si blocca a 34° gradi,mentre nel lavandino raggiunge i 50°,non ho mai miscelato per fare la doccia,ho sempre regolato la caldaia a 39° ma da un po' di tempo mi tocca fare la doccia quasi fredda,il mio idraulico non ci sta capendo più nulla,abbiamo smontato soffione,rubinetto. Il problema rimane,pressione ce' ma esce tiepida,utilizzo pompa centrifuga con press control e funziona regolarmente. Qualcuno saprebbe darmi indicazioni presso prima che butto giù tutto il bagno?

Hai delle domande?
Chiedi alla community

13 Risposte

Risposte utili 1
Cesare
Cesare
Privato - 2 anni fa

5- Dovremmo ancora chiarire una cosa per poterle dare una soluzione certa.

Ha l' impianto diretto con giunti sottopavimento, oppure con collettore dal quale partono individualmente i singoli tubi per ogni sanitario.

Metta in conto che comunque tra una cosa e l' altra passa una mezza giornata ( il suo idraulico) se vuole venirne a capo.!

In ogni caso dovrebbe ( il suo idraulico o comunque impiantista) 1)chiudere il rubinetto corrispondente all' H2O F della doccia, nel caso non abbia impianto sanitario a collettori deve chiudere la fredda generale del bagno, 2)chiudere la calda sempre nel collettore della sanitaria mentre in assenza chiudere il rebinetto H2O C sottocaldaia, 3)smontare il miscelatore doccia estraendo il corpo miscelatore, 4) con una ventosa forata o altro di produzione artigianale che ha il solo scopo di non inzuppare l' operatore e convogliare l' H2O in un contenitore con rilevatore di temperatura anche un semplice termometro di un boiler ( il suo idraulico ne avra sicuramente un n. x tra i suoi materiali nel furgone,

5)aprire il rubinetto dell' H2O sottocaldaia ( operazione è da eseguire in due, magari l' apri/chiudi può farlo anche il cliente se vuole contenere la spesa) comincerà la produzione di H2O calda che arriverà al contenitore di raccolta e scarico dell' eccesso che dopo un paio di minuti dovrebbe avere una temperatura costante e dovrebbe corrispondere anche a quella del lavandino. Operazione finita, ripristinare il tutto se la temperatura è corretta si deve rigenerare il miscelatore o sostituire il corpo miscelatore ( l' anima interna) a meno che non sia di quelli super economici per i quali non si trovano ricambi. Mi auguro che si risolva.Grazie.

Giampiero
Privato - 2 anni fa

Caro cesare sei stato davvero dettagliato nel proporre soluzioni,ti stimo.........però allo stesso tempo mi viene da ridere,non per te ovviamente......sto facendo training autogeno pesante,ho il martello demolitore dietro la porta del bagno,prontooooo

Dunque,ho fatto tutte le prove possibili e impossibili,avrò consumato 2000lt di acqua in prove,per non parlare del metano e della mia frustrazione.

Fino a 15 giorni fa era tutto normalissimo,io settavo la temperatura alla caldaia a 39-40 gradi,aprivo solo il rubinetto della calda e facevo delle bellissime docce,poi.....ne ho fatto un paio un po' freddine e ho cominciato a chiedermi il perché,ne ho parlato con tutti,scritto su tutti i forum,sopportato ben 4 amici idraulici.....conclusione? L'ultima prova che mi è rimasta da fare è mettere un T all'uscita caldaia e attaccarlo al soffione della doccia in maniera provvisoria,parliamo di una distanza si e no di 2 metri lineari,praticamente dietro il bagno ho la caldaia. Dalla caldaia esce un unico tubo acqua calda che si sdoppia per fornire acqua calda al bagno superiore,mentre l'altro tubo serve questo bagno in questione e un rubinetto della cucina,quindi 5 punti acqua calda,non sono ancora scemo ma sto dando di matto ad ipotizzare,come del resto i miei amici idraulici....grazie del supporto e appena riuscirò a comporre il cubo di Rubick farò sapere :-)

Angelo De Pellegrin
Privato - 2 anni fa

Buongiorno Giampiero, suggerirei di mettere in funzione la doccia (solo su acqua calda, senza miscelare) e misurare la temperatura dell'acqua all'USCITA della caldaia; due ipotesi :

1) se la temoeratura rilevata e' conforme alle aspettative allora il problema e' tra la caldaia e il soffione (propenderei per il gruppo miscelatore doccia)

2) se la temperatura rilevata e' INFERIORE alle aspettative penso che sia dovuto alla quantita' di acqua calda prelevata usando la doccia; in questo caso due ipotesi :

A) acqua prelevata dalla doccia SCARSA (la caldaia si accende a singhiozzi e non va in temperatura), per ULTERIORE VERIFICA provare ad usare IN CONTEMPORANEA DOCCIA+LAVABO (aumentando quindi la quantita' di acqua prelevata); se la temperatura in USCITA caldaia diventa valida senta il suo idraulico x verificare sensore caldaia per prelievo acqua calda

B) La quantita' di acqua prelevata dalla doccia e' troppo elevata : occorre regolare la caldaia.

Graziano Giannoni
Graziano (Lecco, Lecco) Graziano - 2 anni fa

buon giorno io suggerirei di smontare il miscelatore della doccia e controllare che non ci sia ostruzioni nei fori di miscelazione che rallentino il flusso di acqua calda abbassandone la temperatura ,Può succedere che nel tubo o nell'acqua stessa ci sia dello sporco dovuto alle lavorazioni idrauliche normalmente esce con le prime settimane ,e non causa problemi però a volte sfortuna vuole che si fermino nei punti più stretti come i miscelatori e le vaschette del wc.

questo non vuol dire che il suo idraulico non abbia fatto un buon lavoro il residuo può provenire anche dalla condotta esterna durante una riparazione in paese .

altro motivo ,assai gravoso può essere un tubo schiacciato nella muratura.

Spero di esserle stato utile buona ricerca e mi faccia sapere.

Cesare
Cesare
Privato - 2 anni fa

4- quindi siamo alla fine e rimane però da capire cosa abbiamo tra la caldaia e il soffione. Le farei due domande se posso: ha un miscelatore termostatico generale o un miscelatore termostatico singolo alla doccia o miscelatore manuale singolo alla doccia? Glielo domando perchè, se non mi sono perso qualche cosa, parla solo di regolazione della sanitaria all' uscita della caldaia. Quando parla di rubinetto pulito intende sicuramente un miscelatore? Il quale si intende tutto aperto in erogazione H2O calda. Nel caso specifico di miscelatore termostatico c' erano modelli preimpostati che permettevano una uscita C° massima di 40° e se ne sono sostituiti nel tempo perchè nel tempo cominciavano ad avere rilevamenti sfasati. MA NON SMANTELLI IL BAGNO se non è un' idea già inserita in altri suoi progetti. C'è sicuramente una soluzione, può crederlo! L' H2O esce a x° gradi dalla caldaia percorre una tubazione, la stessa ( avrà diramazioni ) degli altri punti H2O. vedere prossimo punto 5-.

Cesare
Cesare
Privato - 2 anni fa

Potrebbe essere lo scambiatore? direi in questo specifico caso nò, anche perchè se avesse minor scambio dovuto alle incrostazioni e di conseguenza minor temperatura...uscirebbe in tutti i punti a temperatura inferiore.

Cesare
Cesare
Privato - 2 anni fa

2- Ha pulito il soffione ok anche se al massimo sarebbe uscita poca acqua ma con la temperatura giusta, anche perchè quando arriva al soffione è già miscelata.

Cesare
Cesare
Privato - 2 anni fa

Sig. Giampiero buongiorno,

un bel dilemma eh... ma non c'è da inventare nulla, si tratta solo di avere pazienza e dedizione nulla di più.

Dalle sue descrizioni si evince e si esclude che possa essere un problema legato all' abbassamento di temperatura esterno con il tubo dell' acqua C della doccia che abbia un percorso più esposto degli altri, perchè dopo pochi minuti riscaldate le masse esterne al tubo tenderebbe a pareggiare la temperatura con gli altri punti di erogazione.

Vincenzo Muscariello
Privato - 2 anni fa

Giampiero, uno dei motivi potrebbe essere che l’acqua non scorre bene nello scambiatore sanitario della caldaia. Sostituirlo comporta una spesa onerosa, esistono prodotti specifici per la pulizia

Enzo
Gefi Sas (Acuto, Frosinone) Gefi Sas - 2 anni fa

Se la caldaia è regolata a 39°, come fa l'acqua ad uscire nel lavandino a 50°? Comunque, la caldaia ha un pulsante estate inverno, controlla su quale posizione si trova, potrebbe essere questo il problema.

Giampiero
Privato - 2 anni fa

Allora,mi spiego meglio,se regolo l'acqua al massimo ,dal lavandino esce a 50 e più,se aspetto un po' arriva anche a 62,dalla doccia a due metri dal lavandino esce a 34,se regolo l'uscita sanitaria a 39 esce 39 al lavandino e sempre 34 alla doccia,è un problema da una decina di giorni,la doccia ha pressione,non ha rubinetto ostruito e null'altro. Nessuno sa cosa fare.

Giampiero
Privato - 2 anni fa

Allora,mi spiego meglio,se regolo l'acqua al massimo ,dal lavandino esce a 50 e più,se aspetto un po' arriva anche a 62,dalla doccia a due metri dal lavandino esce a 34,se regolo l'uscita sanitaria a 39 esce 39 al lavandino e sempre 34 alla doccia,è un problema da una decina di giorni,la doccia ha pressione,non ha rubinetto ostruito e null'altro. Nessuno sa cosa fare.

Rispondi

Per scrivere la risposta devi essere registrato. Non è possibile inserire numeri di contatto, email o link a pagine esterne in questa sezione. Tali contenuti saranno moderati ed eliminati.

Richiedi preventivi di idraulici nella tua zona

Scegli un tipo di lavoro

Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..